24/07/2017

Italia, 6 punti per SudAfrica2010

marzo 28, 2009 di  
Inserito in Calcio news, Italia, Mondiali 2010

gianpietro/copyright flickr.com
Doppia prova per l’Italia di Lippi
copyright flickr.com

ROMA – Finalmente ci siamo! La Nazionale di Marcello Lippi, questa sera a Podgorica, scenderà in campo per il primo dei due impegni in chiave qualificazione mondiale contro il Montenegro. Lo scontro si preannuncia non agevole per gli Azzurri sia per la tradizione italica che soffre in particolar modo le squadre di origine slava e anche per le polemiche che hanno un pò condito la vigilia di questa partita. Lippi ha fatto delle scelte non popolari non convocando Cassano, nonostante l’impegno contro l’Irlanda del primo di Aprile a Bari, e si è trincerato dietro uno scarna battuta “Scelta tecnica!” per chiudere il discorso.

Tornando alla partita , la Nazionale arriva al match contro il Montenegro , orfano dello squalificato Vucinic, con l’obiettivo di ottenere bottino pieno in terra straniera per mettersi al riparo da possibili sorprese dell’Irlanda di Trapattoni, prossimo avversario tra quattro giorni, (squadra a 1o punti pari nel girone) che avrà l’impegno casalingo contro la Bulgaria sempre quest’oggi. L’impegno, come detto, non si presenta agevole anche perchè la stessa Irlanda non è andata al di là di uno 0-0 contro i Montenegrini.

Per la precisione nelle otto gare ufficiali disputate la nazionale di Savicevic, qui, ha perso una sola volta, in amichevole, contro la Svezia il 12 settembre del 2007. Sempre in chiave statistiche l’ultima sconfitta per gli Azzurri , nelle qualificazioni mondiali, risale proprio ad un confronto contro una squadra della ex-Jugoslavia, ovvero la Slovenia,  a Celje il 9 Ottobre del 2004 quando gli uomini di Lippi vennero superati per 1-0. Solo questo stop nelle ultime 35 partite per l’Italia con un totale di 25 successi e 9 pareggi. Sugli undici di partenza i dubbi sembrano davvero pochi visto che Lippi ha provato per due giorni , in partitella, sempre gli stessi uomini con le pettorine dei titolari.

Il tecnico viareggino, quindi, pare essere orientato su un 4-3-3 con attaccanti duttili sia in fase di copertura che di offesa. La formazione quindi dovrebbe prevedere: Buffon ,tra i pali, la linea difensiva a quattro costituita da Zambrotta-Chiellini-Cannavaro-Grosso, la cerniera di centrocampo con Pirlo, ad ispirare, e Palombo-De Rossi a “mordere” ed inserirsi e le punte Quagliarella-Iaquinta-Di Natale con compiti di ripiegamenti difensivi in fase di non possesso palla. Dunque, queste sembrano le scelte di Lippi per affrontare il Montenegro e per cercare di portare a casa i tre punti e mettersi ancor più al sicuro da spiacevoli sorprese nel girone.