22/08/2017

Il Lione si rialza, ma le altre non mollano. Tonfo Psg

marzo 24, 2009 di  
Inserito in Ligue 1 francese

ederson

Ederson risolleva il Lione
copyright flickr.com

Parigi– Dopo 4 ko di fila (tra coppe e campionato) il Lione riprende il discorso con la vittoria, regolando senza problemi il Sochaux. I campioni in carica si riprendono al momento giusto per respingere gli assalti di Marsiglia e Bordeaux, che non falliscono i rispettivi impegni. Cade malamente, invece, il Psg nel big match con il Tolosa che, insieme al Lilla, aggancia al quarto posto i parigini. Sei squadre in quattro punti: la Ligue 1 continua ad essere avvincente più che mai.

Rinascita– Era dal lontano 1991 che il Lione non incappava in una tale serie negativa. Il Gerland è zittito dalla paura, ma il pericolante Sochaux è il partner ideale per riprendere confidenza col successo. E’ un disimpegno errato della difesa ospite a spianare la strada del vantaggio ad Ederson al 14′, ben assistito da Delgado. Ci pensa poi il portierino Lloris a scacciare il fantasma della crisi con quattro interventi provvidenziali, prima che Mounier metta dentro il gol della sicurezza (2-0). Il primato è salvo e senza impegni europei la band Puel potrà dedicarsi anima e corpo al raggiungimento dell’ottavo titolo consecutivo.

Inseguitrici accanite– Dietro, però, non mollano. Il Marsiglia si sbarazza al Velodrome del Nantes con l’accoppiata CivelliBrandao (2-0), rimanendo incollata alla capolista, il Bordeaux espugna senza problemi  il campo di un Le Havre ormai condannato alla retrocessione, con il tris firmato Gourcuff, Diawara e Wendel. L’eccezione è il Paris Saint-Germain, alle prese con il secondo ko di fila. I parigini cadono pesantemente sul campo di uno scatenato Tolosa (1-4, a segno Bergougnoux, Gignac –18° perla per il capocannoniere del torneo), Sissoko e Braaten), e si vedono scavalcare in un colpo solo da marsigliesi e girondini e acciuffare proprio dai biancoviola e dal Lille. Quest’ultimo, infatti, liquida il Grenoble (2-1, calcio di rigore di Vittek e terzo centro di fila di  Bastos) e rimane a quattro lunghezze dalla vetta.

Male le piccole– Brutta giornata per le ultime della classe. Solo il Caen strappa il pari a Nizza (2-2), un punto che non muove più di tanto la sua deficitaria classifica, mentre le altre cadono in blocco. Monaco e Auxerre, invece, conquistano tre punti d’oro che le vede allontanare -forse in modo definitivo- dalla zona rossa; il margine sulla terz’ultima è infatti di sette e otto punti. I monegaschi sbancano Nancy (1-0), centrando il quarto risultato utile di fila, la formazione di Fernandez dà seguito all’impresa del Gerland, battendo con un classico 2-0 -a segno ancora Jelen– il Le Mans.