24/06/2017

Londra indigesta per lo United, il Liverpool si rifà sotto

marzo 23, 2009 di  
Inserito in Premier League

4824174

Murphy manda ko la band Ferguson
copyright flickr.com

FulhamManchester United 2-0
Brutta battuta d’arresto per i Red Devils che incassano la seconda sconfitta in quindici giorni, favorendo il recupero del Liverpool. I ragazzi di Alex Ferguson hanno ancora una gara in meno rispetto ai rivali, ma dalle ultime prestazioni offerte, c’è sicuramente materiale per fermarsi a riflettere. Al Craven Cottage la spunta il buon Fulham che passa in vantaggio al 18′ con un calcio di rigore trasformato da Murphy: nell’occasione gli ospiti rimangono in 10 per l’espulsione di Paul Scholes. In superiorità numerica, i bianconeri di casa riescono a difendersi bene e nel finale arriva anche il raddoppio di Gera all’87’. Nelle ultime battute di gara, rosso anche per il nervoso Wayne Rooney, che salterà così la gara contro l’Aston Villa di domenica 5 aprile.

Liverpool-Aston Villa 5-0
Grande dimostrazione di forza per il Liverpool di Rafa Benitez, che rifila cinque reti all’Aston Villa, apparso in vistoso calo nelle ultime uscite. I Reds sono implacabili e passano in vantaggio già all’8′ con un tap-in dell’olandese Kuyt, dopo una traversa colpita di testa da Xabi Alonso. Il 2-0 è tutto spagnolo, ma questa volta Torres non c’entra: rinvio lunghissimo del portiere Reina per lo scatto di Riera che calcia di controbalzo e fulmina il portiere sotto la traversa. Questa però è una delle grandi partite di quello che forse è il miglior centrocampista del globo: Steven Gerrard, che trasforma un calcio di rigore al 39′, che di fatto mette in ghiaccio i tre punti. Inizia la ripresa e il capitano si ripete su punizione, con il suo destro rasoterra che trova l’angolino alla destra di Friedel. Al 65′ Gerrard si porta a casa il pallone, firmando la sua personale tripletta ancora su calcio di rigore: Anfield applaude il suo capitano che trova il ventunesimo gol stagionale, uscito giustamente anzitempo per una grande standing ovation. I Villans non sono mai esistiti e il Liverpool arriva giustamente a -1 dalla vetta.

modric

Modric affonda il Chelsea
copyright flickr.com

Tottenham-Chelsea 1-0
Non approfitta dello scivolone del Manchester United, il Chelsea che perde terreno in classifica e viene sconfitto al White Hart Lane da un Tottenham che si mette alle spalle i guai e risale la china. Uno dei tanti derby di Londra è risolto dal croato Luka Modric, autore di un bellissimo gol al 50′: tiro di prima intenzione da fuori area, su passaggio di Lennon dalla destra, che fa secco Cech. I Blues avranno diverse occasioni per pareggiare, ma alla fine la spuntano meritatamente gli Spurs, più determinati e concentrati. Prima sconfitta sulla panchina del Chelsea per Guus Hiddink.

Newcastle-Arsenal 1-3
Il momento no dell’Aston Villa, è coinciso con la rinascita dell’Arsenal, che ormai hai in mano il quarto posto. I Gunners passano anche al St.James Park, contro un Newcastle che inizia a vedere gli spettri della retrocessione. Tutte le reti nella parte centrale del secondo tempo. In vantaggio gli ospiti con Bendtner al 57′; palla al centro e subito 1-1 di Martins. Poco tempo per i Magpies per cercare di ribaltare il punteggio poichè l’Arsenal va ancora a bersaglio al 64′ con Diaby. Il colpo del ko è del francese Nasri, tre minuti più tardi. L’Arsenal, in attesa di ritrovare Fabregas e Adebayor, dimostra di saperci fare comunque, mentre per il Newcastle è notte fonda.

Portsmouth-Everton 2-1
Crollano in trasferta i Toffies sul campo del pericolante Portsmouth, che trova una boccata d’ossigeno formato tre punti. E’ però l’Everton a portarsi in vantaggio con la rete del terzino Baines al 4′. La rimonta è affidata all’airone Peter Crouch, che prima impatta il match al 22′ e poi trova la rete del definitivo 2-1 al 75′.

Wigan-Hull City 1-0
Una rete di Watson all’85’ permette al Wigan di raggiungere un’importante vittoria in termini di tranquillità in classifica: un rassicurante +10 sulla zona calda a questo punto del campionato, vuol dire molto per i ragazzi di Steve Bruce. Per l’Hull invece, una sconfitta che non brucia troppo, anche se la posizione in classifica non è di quelle da fare i salti di gioia.

Blackburn-West Ham 1-1
Gli Hammers di Gianfranco Zola si fanno raggiungere dal Blackburn nella ripresa. In vantaggio gli ospiti al 35′ con Noble, i Rovers raggiungono il pari al 51′ con la rete di Andrews.

Manchester City-Sunderland 1-0
Importante successo per il City che si tira virtualmente fuori dalla lotta per non retrocedere, lasciando nelle acque paludose il Sunderland. La rete decisiva è di Micah Richards al 57′.

W.B.A.-Bolton 1-1
I derelitti Albions, oramai sempre più rassegnati alla retrocessione, conquistano un punto fortunoso che non serve a nulla. Sfortuna invece per gli ospiti, in vantaggio con Taylor a metà ripresa, si fanno raggiungere a causa di una autorete di Shittu all’82’, continuando così a guardarsi alle spalle in graduatoria.

Stoke City-Middlesbrough 1-0
Delle squadre in coda è l’unica che è riuscita a vincere e quindi sono tre punti che valgono doppio per lo Stoke City. La rete, nel finale, è opera del difensore che segna come un bomber, ovvero il solito Shawcross.