23/10/2017

Lega Pro:il Gallipoli torna capolista e la Pro Patria aspetta il posticipo

marzo 23, 2009 di  
Inserito in Lega Pro

Dopo la sosta, l’ultima prima della volata finale, i due gironi della prima divisione della Lega Pro, continuano a regalare una stagione dove i verdetti sono tutti da scrivere e dopo tanti anni, non c’è ancora l’ammazzacampionato che ha contraddistinto le ultime annate della terza serie. Nel girone A, la Pro Patria è in testa per una sera, nell’attesa del posticipo del Cesena, dopo aver regolato 2-0 il Lumezzane. Nel girone B, il Gallipoli abbatte il Pescara e ritorna solitaria in testa alla classifica, complice anche il pari del Crotone a Terni.

curiale

Vola il Ravenna di Curiale
copyright flickr.com

Girone A- Cesena-Padova è il posticipo blasonato del lunedì sera e la Pro Patria supera il non semplice esame-Lumezzane: 2-0 per la squadra di Lerda, trascinata dalla doppietta di Fofana, a quota undici nella classifica marcatori. Stop casalingo per la Reggiana, fermata al “Giglio” dal Monza, che guadagna un ottimo punto in chiave play-out: il biancorosso Bolzan pareggia il gol realizzato al 26esimo del primo tempo da Martini. Brutta ma concreta la Spal, che batte di misura la Pro Sesto, con una rete di Agodirin. Inarrestabile Ravenna, ora ad un solo punticino dalla Reggiana. Il ciclone giallorosso questa volta si abbatte sulla Sambenedettese, sconfitta a domicilio da un gol del solito -ed ex di turno- Curiale. Sesta vittoria nelle ultime sette uscite. Dopo aver battuto la Pro Patria, il Novara riesce nell’infelice impresa di perdere al “Pierluigi Penzo” contro il fanalino Venezia, a secco di vittorie da tempo immemore. Dopo essere andati in vantaggio con Davide Sinigaglia, i piemontesi subivano il ritorno dei nero-verdi con il pari di Cardinale e il successivo sorpasso al 90esimo minuto, sempre con lo stesso Cardinale. A questo punto i lagunari distano solo due punti dalla Samb, per accedere quanto meno agli spareggi retrocessione. Il Pergocrema sciupa una possibilità di tenere a minima distanza la zona play-off, causa il pari nel tempo di recupero subito dal Portogruaro, ad opera di Cesca. L’Hellas, orfana del suo ex presidente Arvedi, scomparso in settimana, vince a Lecco e inguaia la squadra neroazzurra: gol decisivo di Rantier al 70esimo minuto. Il Legnano di Lombardo gioca un brutto scherzetto alla Cremonese: 3-1 in rimonta firmato Virdis, Marietti e Dell’Acqua.
Nella prossima giornata, la 27esima della regular season, spicca Ravenna-Reggiana, con i granata pronti a difendere il terzo posto, ma c’è anche un importantissimo Novara-Cesena. La Pro Patria gioca a Sesto San Giovanni contro la Pro Sesto.

giannini

Torna a correre il Gallipoli di Giannini
copyright flickr.com

Girone B- Torna il super Gallipoli: dopo un periodo opaco, coinciso anche con la sconfitta di Arezzo, la squadra di Giannini travolge il malcapitato Pescara e torna in vetta solitaria. 4-1 maturato nel secondo tempo, dopo che il primo si era concluso sul punteggio di 1-1 con il vantaggio giallorosso firmato Mounard e il pareggio adriatico firmato Coletti;nel secondo Molinari, ancora Mounard e Di Gennaro fissano il punteggio finale. Si ferma il Crotone al “Liberati” di Terni, ma resta secondo in classifica, anche se un pò più vicino al Benevento, che grazie ad una doppietta di Clemente regola la Pistoiese. Perdono sia Arezzo che Cavese. Gli amaranto escono battuti dal campo del Foligno, con il punteggio di 3-1, mentre i campani perdono il derby con il Sorrento e con annessa e evitabile rissa finale. Il Foggia è l’unica formazione che può insediare le quattro elette ai play-off: i rossoneri battono in casa, non senza qualche difficoltà, il Real Marcianise per 2-1 con i gol di Troianello e Velardi. Dai 41 punti dei pugliesi si passa addirittura ai 33 del Perugia, che perde a Taranto per 2-0 con un gol per tempo firmato Prosperi e Carrozza. Paganese e Lanciano non si fanno male e restano agganciate al treno dei play-out, mentre il Potenza guadagna tre punti d’oro contro la Juve Stabia, grazie al gol arrivato a otto minuti dalla fine firmato Mangiapane. I potentini agganciano le vespe gialloblù a quota 22 in classifica.
Prossima giornata trasferta a Cava dei Tirreni per la capolista, mentre fondamentale scontro in chiave play-off quello tra Arezzo e Foggia. Se la squadra toscana batte i rossoneri può considerare cosa fatta la qualificazione ai play-off, mentre i rossoneri hanno una buona opportunità per agganciare gli amaranto. Crotone impegnato in casa contro il Taranto.