24/07/2017

Cade l’Hertha. Bayern, Wolfsburg e Amburgo a -1

marzo 23, 2009 di  
Inserito in Bundesliga

grafite1

Grafite capocannoniere, il Wolfsburg vola
copyright flickr.com

Berlino– E’ campionato a quattro. Rimane equilibrata e vibrante la Bundesliga, e probabilmente sarà così fino alla fine. La fuga dell’Hertha Berlino si è rivelata fallace, la classica rondine che non fa primavera, e le inseguitrici hanno subito approfittato del passo falso della capolista. Il rovescio di Stoccarda (0-2) riduce il vantaggio sull’agguerrito trio di inseguitori ad una sola lunghezza; Bayern, Amburgo e Wolfsburg sono pronte a dar battaglia, mentre per le altre non sembrano più esserci speranze.

Lotta a quattroKhedira e Cacau mettono fine al magic moment dell’Hertha, riportandolo sulla terra. L’uno-due micidiale dà fiato alle speranze europee dello Stoccarda: la zona Uefa è lì a due lunghezze. Più difficile pensare di tornare in corsa per la Champions o addirittura per il titolo. Basta infatti guardare lo stato di forma di Amburgo e soprattutto Wolfsburg, inarrestabile nel 2009. I lupi, trascinati dal nuovo capocannoniere Grafite (18° centro) hanno infilato la sesta vittoria di fila, sbancando Bielefeld con un perentorio 3-0 (a segno anche Gentner e Dejagah). Gli uomini di Jol, invece, dopo l’impresa Uefa di Istanbul, hanno ripreso a correre anche in campionato, grazie alla verve di Guerrero. L’attaccante peruviano decide in due minuti la difficile trasferta di Gelsenkirchen con una doppietta (2-1, inutile il  gol di Farfan), frantumando i residui sogni europei dello Schalke 04. E poi c’è il Bayern Monaco, ovviamente. I bavaresi, seppur incerottati e ridotti all’osso in attacco (out Toni e Klose), battono il fanalino Karlsruher con il primo centro tedesco di Sosa (1-0). Il massimo risultato col minimo sforzo.

Limbo e zona salvezza– E’ finita la favola dell’Hoffenheim, sempre più in difficoltà dopo il grave infortunio occorso al bomber e leader Ibisevic. L’ex matricola terribile strappa a fatica il pari  (2-2) al pericolante Hannover e non approfitta appieno dello scivolone dell’Hertha. Visto il ritmo tenuto dalle altre squadre e le recenti difficoltà, sarà meglio guardarsi alle spalle per conservare il prezioso piazzamento Uefa che sognare il titolo. Paga le fatiche di coppa il Werder che cade a Dortmund -decisivo un calcio di rigore di Frei al 64′- e continua il suo campionato anonimo. Rimane nel limbo anche il Bayer Leverkusen, bloccato in casa dall’Eintracht (1-1). Chi vi è approdato volentieri è invece il Colonia, corsaro a Cottbus con la doppietta di Novakovic ed ora relativamente tranquillo. Tra la truppa di Prasnikar e le altre, infatti, si è formato un margine di sei punti. Dall’Eintracht (26 punti) al Karlsruher (ultissimissimo a 17) sarà lotta fino a maggio. Il colpo di giornata lo fa il Bochum a Mönchengladbach: la rete di Grote, con le altre ferme al palo o quasi, vale oro. Il Vfl esce momentaneamente dalla zona rossa lasciandovi proprio il Borussia.