18/12/2017

Vince facile il Parma ad Empoli, passa l’Ascoli in casa

marzo 14, 2009 di  
Inserito in Parma, Serie B

paloschi1

Il Parma vola al secondo posto
copyright flickr.com

ROMA – Negli anticipi del venerdì, in attesa degli altri match di Serie B, prova di forza del Parma (1-4) ad Empoli. Conferma il momento di forma l’Ascoli che passa in casa contro il Piacenza (2-0)

Ascoli-Piacenza 2-0

E’ Ascoli Piacenza ad aprire la settimana di Serie B, un antipasto per il match serale Empoli – Parma. E’ una gara, che almeno nel primo tempo, è povero di occasioni. Una per parte nei primi 45′ con esiti diversi. Ci prova Moscardelli spedendo il cuoio alto dopo aver controllato un cross di Anaclerio. Risposta ascolana più concreta a metà primo tempo (24′) quando su cross di Sommese, Belingheri arriva solo ed insacca per il vantaggio marchigiano. Primo tempo decisamente avaro di emozioni e partita che si gioca a centrocampo.

La ripresa è sfortunatamente la copia del primo tempo. Ancora un’occasione a testa ed ancora esito favorevole per l’Ascoli, che questa volta deve ringraziare il portiere della squadra emiliana, Cassano, che respinge sui piedi di Belingheri un cross basso di Soncin. Tutto facile per il raddoppio bianconero e partita in cassaforte. Ascoli che così supera il Piacenza in classifica. Finisce 2-0.

Empoli – Parma 1-4

E’ un big match quello che ci riserva l’anticipo serale di Serie B. L’Empoli magicamente resuscitata nelle ultime partite non vuole assolutamente fermarsi, ma contro di sè stasera ha il Parma delle “stelle” più affamato che mai di vittoria dopo i torti arbitrali subiti la settimana precedente (3 goal annullati di cui 2 decisamente validi). Partono bene i padroni di casa con Nicola Pozzi che fa esplodere di gioia il “Carlo Castellani” di Empoli già al minuto 18, che concretizza l’avvio scoppiettante della squadra di Baldini su suggerimento di Carrus, il quale lo lancia in velocità e fa partire un diagonale sul quale Pavarini non può fare nulla. Il Parma non ci stà e fa capire la propria voglia di vincere in 10 minuti. Al 35′ Paci ristabilisce la parità per gli emiliani realizzando un calcio d’angolo di Reginaldo. Al 41′ il sorpasso di materializza grazie ad un autentico siculo di Mc Donald Mariga che ruba balla in un contrasto fa 3 metri col pallone e spara un bolide dai 35 metri che si insacca dove il portiere non può arrivare. Il colpo del KO non si fa attendere e 4 minuti più tardi, Paloschi mette la sua firma sul match andando a strappare letteralmente un pallone dai guantoni di Bassi e depositando il cuoio a rete tra le proteste di tutta la squadra toscana.

Ripresa che vede i toscani alla disperata ricerca del goal per ridurre lo svantaggio e sperare in un’importante pareggio, ma i sogni già flebili degli uomini di Baldini vengono spazzati via ancora dal gigante Mariga che stavolta batte Bassi non di potenza ma di precisione, dopo aver scambiato con Vantaggiato ed aver bruciato in velocità il portiere di casa. Baldini dopo questo goal è decisamente rassegnato e non tende nemmeno più a dare indicazioni ai suoi. Match per l’Empoli che diventa ancora più nero quando Vinci si infortunia e Baldini è costretto a giocare con l’uomo in meno perchè ha già esaurito le tre sostituzioni possibili.  Finisce 1-4.