19/09/2017

Torna la Serie A dopo il disastro Champions

marzo 14, 2009 di  
Inserito in Probabili formazioni, Serie A

militogenoa

Genoa alla ricerca del quarto posto
copyright flickr.com

ROMA – E si riparte… Già, la Serie A ricomincia dopo una settimana orribile per il nostro calcio in champions con Roma, Inter e Juve tutte e tre fuori dalla competizione. La sola Udinese salva l’onore dell’Italia, in Europa, ma è troppo poco. Ovviamente ci sono forti rimpianti per come potevano andare le partite perchè,diciamocelo, è mancato anche un pò di fortuna nel corso di questi confronti: Roma e Juventus in condizioni di squadra da croce rossa e Inter che contro i Red Devils prende legni e fallisce occasioni abbastanza clamorose. Ciò non toglie comunque che, al momento, il calcio inglese sia superiore al nostro sotto il profilo organizzativo e anche delle individualità.

E con questo spirito un pò rassegnato che il campionato riprende il suo percorso con la 28esima giornata:

-CAGLIARI: Confronto al Sant’Elia tra le due sorprese di questo campionato sia sotto il profilo dei risultati che del gioco. Per Allegri i dubbi riguardano l’attacco : ballottaggio tra Acquafresca e Matri per affiancare Jeda e Matheu che dovrebbe sostituire Pisano sulla fascia destra in difesa. Lo schema tattico dovrebbe essere il confermatissimo 4-3-1-2 con Cossu ad ispirare le due punte,per cui gli effettivi sarebbero: Marchetti-Matheu-Lopez-Canini-Agostini-Fini-Conti-Biondini-Cossu-Acquafresca-Jeda.

GENOA: In casa rossoblu la novità è la convocazione di Paro che torna in Rosa dopo un lungo periodo di stop. Gasperini pare orientato a confermare la linea verde in difesa con il trio Papastathopulos -Bocchetti-Criscito . A centrocampo, data la squalifica di Motta, Milanetto torna , tra gli undici titolari, a dettare i tempi nella zona nevralgica del campo. In attacco ,al fianco di Milito, dovrebbero scendere in campo Mesto e Jankovic a supporto dell’attaccante argentino. La formazione, quindi dovrebbe essere: Rubinho-Papastathopulos-Bocchetti-Criscito-Rossi-Milanetto-Juric-Modesto-Mesto-Milito-Jankovic.

-JUVENTUS: In casa bianconera, dopo l’uscita in Champions, ci sono sia problemi di formazione che anche un pò di spogliatoio. Ieri Ranieri e Trezeguet , tramite carta stampata, si sono resi protagonisti di un secco scambio di battute che certo non lascia molto tranquilli i supportersi bianconeri. Oltre a questo ci si mettono gli immancabili infortuni che, quest’anno, alla Juve non mancano mai: Amauri starà fuori un mese a causa di una distrazione al retto femorale destro, Trezeguet soffre di un affaticamento muscolare, Nedved, Legrottaglie e Marchionni non hanno recuperato e anche Manninger non è stato convocato. Senza dimenticare De Ceglie, Sissoko, Zanetti, Camoranesi e Knezevic, Ranieri ha gli uomini contati. In attacco Del Piero e Iaquinta, in difesa coppia centrale Mellberg – Chiellini, tre primavera in panchina. In questo quadro la formazione anti-Bologna dovrebbe essere : Buffon-Grygera-Mellberg-Chiellini-Molinaro-Salihamidzic-Poulsen-Thiago-Giovinco-Iaquinta-Del Piero.

-BOLOGNA: Per la trasferta di Torino, Mihalovic sempre orientato ad optare per una tattica difensiva con un coperto e robusto 4-5-1 in modo da poter esaltare le abilità tecniche di Di Vaio a campo aperto. In difesa conferma per la coppia centrale Terzi-Britos. A centrocampo l’unico dubbio; Mutarelli è favorito su Mingazzini. Bombardini e Valiani si scambiano la fascia di competenza: il primo agirà a destra, il rientrante ex-Rimini si posizionerà sulla sinistra. Gli effettivi dovrebbero essere : Antonioli-Zenoni-Terzi-Britos-Lanna-Bombardini-Mutarelli-Volpi-Mudingay-Valiani-Di Vaio.

-ATALANTA: Gli uomini di Del Neri, dopo la splendida prestazione di San Siro, hanno bisogno di tornare ai tre punti e per l’occasione ritrovano le due punte di diamante per l’attacco ossia Floccari e Doni. Dunque l’allenatore friulano ritrova per l’importante sfida con il Torino i suoi due elementi migliori. In pratica dovrà fare a meno solo di Ferreira Pinto. Manfredini e Defendi, alle prese con un affaticamento ai flessori, verranno valutati meglio domani ma non destano troppe preoccupazioni.  La probabile formazione dovrebbe prevedere: Consigli-Garics-Talamonti-Manfredini-Bellini-Padoin-Guarente-Cigarini-Valdes-Doni-Floccari.

-TORINO: Un Torino voglioso di vincere va a Bergamo per portare a casa i tre punti e cercare di togliersi dalle sabbie mobili della zona di bassa classifica nella cui è immerso. Novellino, per il confronto con gli atalantini, pensa al rilancio di Rivalta e Diana, mentre in avanti, fra acciacchi vari, si profila il varo della coppia di ex Ventola-Bianchi. Per cui il Toro si dovrebbe schierare con : Sereni-Rivalta-Natali-Dellafiore-Pisano-Abate-Dzemaili-Barone-Diana-Ventola-Bianchi.

-LAZIO: I biancocelesti arrivano all’appuntamento contro il Chievo in ottima condizone psicofisica. La vittoria di Napoli ha caricato l’ambiente ed ha dato nuova linfa alle aspirazioni europee per gli uomini di Delio Rossi. Contro il Chievo il mister laziale pare intenzionato a confermare la formazione che ha vinto domenica scorsa a Napoli. Tra i pali ci sarà ancora Muslera che è stato oggi convocato dalla nazionale uruguaiana per le sfide di fine mese con Paraguay e Cile. Per cui l’undici dovrebbe essere: Muslera-Lichtsteiner-Siviglia-Cribari-Kolarov-Brocchi-Ledesma-Matuzalem-Foggia-Pandev-Zarate.

-CHIEVO: Di Carlo teme molto questa trasferta perchè vede nella Lazio un avversario tornato a buoni livelli in grado di mettere in difficoltà chiunque. Ciò non toglie che, sotto la sua gestione, il Chievo ha avuto dei grossi miglioramenti sia in ambito di gioco per cui la squadra clivense non parte, di certo, già battuta in partenza. La squadra veronese dovrebbe prevedere: Sorrentino-Frey-Morero-Yepes-Mantovani-Luciano-Rigoni-Marcolini-Pinzi-Pellissier-Makinwa.

PALERMO:  La squadra rosanero prova a dare un minimo di continuità alle sue prestazioni così altalenanti davanti al suo pubblico. Contro il Lecce, Ballardini, a meno di clamorosi recuperi dell’ultimo momento, dovrebbe puntare su Migliaccio come mezzala destra con lo spostamento di Nocerino a sinistra. Fuori dai giochi Guana, frattura della clavicola, e Budan, lavoro di condizionamento dopo l’infortunio al ginocchio. L’undici prevederebbe : Amelia-Cassani-Kjaer-Bovo-Balzaretti-Migliaccio-Liverani-Nocerino-Simplicio-Cavani-Miccoli.

LECCE: Questa partita è l’occasione per rivedere Gigi De Canio allenare e lo fa in una situazione non certo facile con una squadra, come il Lecce, che non raccoglie cifra tonda ormai da una vita . I dubbi del nuovo mister riguardano quale modulo tattico adottare per l’incontro : 3-4-3 o 3-5-2 . Nell’ipotesi di un 3-4-3 la formazione dovrebbe essere: Rosati-Schiavi-Fabiano-Stendardo-Munari-Zanchetta-Ardito-Antunes-Caserta-Castillo-Tiribocchi.

-REGGINA: Una Reggina affamata di punti torna tra le mura amica per provare a dare un input diverso a questo campionato così deficitario per i colori amaranto. Orlandi per centrare la vittoria, risultato che manca dal 23 novembre scorso con l’Atalanta, si affida al trio d’attacco composto da Cozza, Brienza e Corradi. La formazione ,per il resto è fatta e prevede: Puggioni-Lanzaro-Valdez-Cirillo-Sestu-Carmona-Barillà-Costa-Cozza-Brienza-Coradi.

donadoni

Esordio per Donadoni sulla panchina azzurra
copyright flickr.com

NAPOLI: Come per De Canio, vale lo stesso discorso per Donadoni che torna anche lui ad allenare una squadra di serie A, dopo la non troppo fortuna esperienza con la nazionale italiana. Il tecnico bergamasco dovrà fare a meno di Iezzo e Vitale per la trasferta di Reggio Calabria e pare intenzionato a non portare grossi scoinvolgimenti in squadra, come da lui preannunciato in conferenza stampa al suo annuncio. La squadra quindi dovrebbe schierarsi con un 4-3-1-2 : Navarro-Santacroce-Cannavaro-Contini-Aronica-Pazienza-Blasi-Bogliacino-Hamisik-Zalayeta-Lavezzi.

SAMPDORIA: Mazzarri ,per il confronto con la Roma, dovrà fare a meno, molto probabilmente di Accardi per via di problemi al ginocchio sinistro. In tal caso, la scelta per linea difensiva dovrebbe riguadare il trio Raggi-Lucchini-Campagnaro. Il recupero di Palombo in mezzo al campo dà maggiori sicurezze al tecnico toscano che spera , grazie ai nuovi gemelli del goal Pazzini-Cassano, di mettere in difficoltà la Roma reduce da una brutta botta psicologica e da una condizione ideale di squadra non ideale . L’undici doriano dovrebbe essere quindi: Castellazzi-Campagnaro-Lucchini-Raggi-Stankevicius-Sammarco-Palombo-Franceschini-Pieri-Cassano-Pazzini.

-ROMA: Come detto, in casa Roma una vera e propria mattanza. Il bollettino dei calciatori giallorossi indisponibili per squalifiche o malanni sale a quota10: in pratica, un’intera squadra. Salteranno la gara con la Sampdoria gli squalificati Mexes e De Rossi, gli infortunati Cicinho, Cassetti, Perrotta, Juan, Taddei, Motta e, notizia fresca di giornata, Totti ed Aquilani.Per cui una situazione davvero di emergenza per la squadra di Spalletti che avrà da fare scelte obbligate e ,in alcune zone del campo, utilizzare calciatori non di ruolo. La formazione dovrebbe quindi annoverare: Doni-Panucci-Diamoutene-Riise-Tonetto-Filipe-Pizarro-Brighi-Baptista-Menez-Vucinic.

-SIENA:  Gianpaolo si prepara al confronto con i rossoneri dopo una settimana positiva e reduce dalla bella vittoria di Catania. Le scelte del tecnico ex ascoli sono abbastanza standardizzate fatta eccezione per l’attacco dove Amoruso dovrebbe farsi preferire a Ghezzal. La formazione senese dovrebbe essere: Curci-Zuniga-Portanova-Brandao-Del Grosso-Jarolim-Codrea-Vergassola-Karja-Amoruso-Maccarone.

-MILAN: In casa rossonera, buone notizie per Carlo Ancelotti che vede un pò svuotarsi la sua infermeria con i recuperi di Ambrosini,Beckham e Ronaldinho con il possibile utilizzo dell’inglese dal primo minuto contro il Siena. Di contro, quasi certa la rinuncia a Clarence Seedorf che ancora non ha recuperato dai suoi problemi fisici che lo hanno attanagliato ultimamente. La formazione antiSiena dovrebbe essere: Abbiati-Zambrotta-Favalli-Maldini-Jankulovski-Flamini-Pirlo-Ambrosini-Beckham-Pato-Inzaghi.

-UDINESE: La squadra di Pasquale Marino si ributta in campionato, dopo lo splendido successo di Uefa, cercando di mantenere la tensione agonistica ad alto livello per l’incontro contro un Catania reduce da una brutta sconfitta casalinga la settimana passata. Il tecnico bianconero dovrebbe optare per uno schieramento che prevede: Handanovic-Zapata-Domizzi-Felipe-Pasquale-Isla-D’Agostino-Asamoah-Pepe-Floroflores-Sanchez.

CATANIA: Zenga prova a ritrovare il filo del discorso perso contro il Siena affrontando un avversario che pare essere tornato quello di inizio campionato. Le scelte del tecnico dovrebbero tener conto degl infortuni di Carboni e di Baiocco i quali, entambi, si sono allenati a parte durante questa settimana. La formazione catanese dovrebbe prevedere: Bizarri-Potenza-Silvestre-Stovini-Capuano-Izco-Ledesma-Biagianti-Tedesco-Paolucci-Mascara.

-INTER: Dopo l’uscita di scena di Manchester , Mourinho e i suoi uomini si ributtano in campionato con numerosi problemi in difesa. Anche Cordoba si è fermato ieri ed è in dubbio la sua presenza per la partita contro la Fiorentina. Anche Samuel non è al 100% ma dovrebbe recuperare ,stringendo i denti. In attacco il dubbio sta in chi dovrebbe affiancare Ibrahimovic cioè o Balotelli o Adriano. La formazione quindi prevederebbe un 11 titolari: Julio Cesar- Maicon-Rivas-Samuel-Santon-Zanetti-Cambiasso-Muntari-Stankovic-Ibrahimovic-Balotelli.

FIORENTINA: La squadra di Prandelli si presenta al cospetto della prima in classifica nel momento più difficile delle ultime stagioni. Il tecnico di Orzinovi dovrebbe apportare alcuni cambi tattici nel suo scacchiere che prevedono Felipe Melo che agisce alla spalle delle due punte Gilardino e Mutu. A centrocampo sicuro l’inserimento del danese Jorgensen. La formazione viola quindi dovrebbe essere: Frey-Comotto-Gamberini-Kroldrup-Vargas-Kuzmanovic-Jorgensen-Montolivo-Felipe Melo-Gilardino-Mutu.