28/04/2017

Clausura, Lanus solo in vetta. Boca in crisi, risorge il Tigre

marzo 9, 2009 di  
Inserito in Apertura / Clausura argentino

jose_sand

Sand trascina in vetta il Lanus
copyright flickr.com

Buenos Aires– Il Clausura ha un solo padrone. Dopo settimane di mucchione selvaggio, una delle poche formazioni ‘regolari’, il Lanus, conquista meritatamente la vetta solitaria della classifica. Ma il denominatore comune di questo campionato è la sorpresa: le favorite della vigilia continuano a stentare, a vittorie roboanti seguono spesso capitomboli clamorosi. Fare una disamina razionale, insomma, diventa quanto mai complicato.

Prime della classe con merito– 4 vittorie in 5 turni ed il Lanus balza in vetta. Seppur privi della stellina Salvio, i granata rimontano e battono tra le mura di casa il Newell’s di Sensini -una delle migliori sinora- grazie al quarto sigillo stagionale del solito Sand (2-1). La regolarità della formazione di Zubeldia, indicata come una delle favorite per la vittoria finale, è un concetto che solo Velez Sarsfield e Colon sembrano conoscere. Le due compagini sono ad un punto dalla capolista e sono le uniche imbattute di questo pazzo Clausura; nell’ultimo turno, la band Tocalli ha aggravato la crisi dell’Estudiantes espugnando La Plata con la rete di Ocampo; la formazione di Santa Fè continua a sorprendere, regolando con un secco 2-0 il più quotato Banfield.

daniel_montenegro

Montenegro stende il Boca nel clasico
copyright flickr.com

Big in crisi– Pazzo Clausura, dicevamo. A tal proposito, sono esemplari i casi di Boca Jrs e San Lorenzo. Una settimana fa gli xeneizes stendevano senza problemi l’Huracan, mentre il Ciclon spazzava via senza pietà il River. In questo weekend i primi perdono male il ‘clasico’ con l’Independiente (0-2), i secondi crollano col redivivo Rosario Central (1-3), mai vittorioso sinora. E pensare che era la panchina di Santoro del Rojo a traballare, mentre Merlo era all’esordio. Dopo la doppietta di Montenegro (un centro su calcio di rigore) e i due rossi comminati a Mouche e Battaglia, però, la crisi si sposta in casa Boca, visti i 3 ko in 5 gare. Ischia trema. Altrettanto può dirsi per Miguel Angel Russo, accomunato dal medesimo destino.

Riscatto– Si naviga dunque all’insegna degli alti e dei bassi. Anche il River Plate segue questa regola: dopo la scoppola col San Lorenzo e l’inopinata sconfitta in Libertadores, arriva il successo in rimonta sull’Arsenal de Sarandì. Falcao impatta il vantaggio targato Leguizamon, una doppietta di Gallardo spinge il Millonarios a -2 dalla vetta. Risorge il Tigre che centra la prima vittoria stagionale contro un Racing a cui non ha giovato il cambio in panchina: un 4-1 firmato Ayala, Gimenez (doppietta), Navarro. Vince anche l’Huracan che riscatta l’ultima sconfitta battendo di misura il fanalino di coda Gimnasia de Jujuy (2-1). L’unico pari di giornata, invece, arriva in Argentinos- Gimnasia la Plata (1-1).

-guarda risultati Clausura e classifica Clausura