19/09/2017

Show al “Braglia” tra Sassuolo e Bari. I pugliesi si riprendono la vetta

marzo 8, 2009 di  
Inserito in Bari, Serie B

bari

Bari corsaro torna in vetta
copyright flickr.com

Modena– Uno spettacolo bellissimo quello consumato a Modena, tra Sassuolo e Bari nel posticipo domenicale, che per una volta non vede due squadre di serie A affrontarsi, ma due squadre di B che lottano per la massima serie. La spunta il Bari che si porta così davanti al Livorno, fermato a Frosinone nel match di sabato del “Matusa”.

La partita – Pronti via, nemmeno il tempo di scaldare le gambe e dopo nemmeno un giro di lancette Salvetti lancia Zampagna a tu per tu con Gillet, bravissimo in uscita. Passano pochi minuti ed è l’ex Mantova Noselli che si gira e spara di destro un bel tiro sul quale è altrettanto bella la parata del portiere pugliese. Ancora brividi per gli uomini di Conte che alla mezz’ora rischiano la beffa su una punizione di Zampagna. Siamo al 34′, quando Barreto tocca il suo primo pallone, lo scambia con Kutuzov e si insinua nel varco lasciato da Andreolli e Rea e batte Bressan inesorabilmente. Il Sassuolo non capisce nemmeno cosa stia accadendo ed è già un altro goal. Al 40′ infatti Barreto ricambia l’assist di Kutuzov lanciando il bielorusso tra le maglie verde-nero, battendo per la seconda volta Bressan.

La ripresa vede l’assenza di Barreto e Rea, causa guai fisici, al loro posto Caputo e Filkor. Passano pochi minuti e Andrea Mandorlini deve fare a meno pure di Erpen, uscito malconcio in un contrasto di gioco. Al suo posto Masucci che da vitalità all’attacco del Sassuolo, che si sveglia improvvisamente. E dopo l’ennesima espulsione di Conte dalla panchina pugliese, l’episodio che riapre la partita: palla in area per Zampagna che tenta la rovesciata. Stellini tocca con un braccio e Salvetti non sbaglia trasformando il calcio di rigore in quello che diviene l’1 a 2. Vengono però presto spente le speranze del Sassuolo, quando De Vezze lascia partire un missile che mette la parola fine al match a 10′ dal termine. C’è comunque tempo per vivere ancora emozioni, una per parte, prima con Caputo che si divora il 4 a 1, e poi con Masucci che sfiora il 2 a 3. Importante vittoria del Bari che prende la vetta a discapito del Livorno e allunga di 2 lunghezze sui toscani.