21/09/2017

Frenano Livorno e Parma. Colpo grosso del Rimini, Brescia ko

marzo 7, 2009 di  
Inserito in Serie B

rimini2

Colpo grosso del Rimini a Brescia
/copyright flickr.com

ROMA – Giornata agrodolce per le grandi in questo inizio di Marzo. Bloccato il Parma contro il Treviso e battuta d’arresto per il Vicenza in casa dell’Ancona. Importante vittoria del Rimini contro il Brescia in trasferta ipotecando quasi sicuramente una salvezza sicura.

Ancona – Vicenza 3-2

E’ il match del “Del Conero” a regalare più emozioni nella 29° giornata di Serie B. Parte forte il Vicenza che passa in vantaggio già al 6′ con Forestieri, che segna a porta vuota dopo una grande azione di Bjelanovic. Replica l’Ancona al 15′ con Miramontes che entra in area, salta tre avversari e sul rimpallo è abile a trafiggere il portiere vicentino. L’Ancona ci crede e passa in vantaggio al 27′ con Mastronunzio innescato da un Soddimo in posizione irregolarissima. Secondo tempo che regala emozioni, già al 50′ con la “vipera” Mastronunzio che sigla la sua doppietta in contropiede, salta Fortin e siamo sul 3-1. Scatto d’orgoglio del Vicenza che accorcia con Bjelanovic a 15′ dal termine, ma il risultato rimane invariato fino alla fine.

Brescia – Rimini 0-1

E’ il risultato più sorprendete della giornata, sopratutto perchè il Brescia aveva perso solo una volta in casa, a danni del Piacenza con il goal di Moscardelli. Evidentemente i colori biancorossi sono indigesti a Sonetti, la cui squadra, sebbene abbia martoriato il Rimini nella sua metà campo per più di un tempo (palo all’inizio della partita e dubbio rigore non concesso dall’arbitro), subisce il secondo goal consecutivo allo scadere del primo tempo di Cipriani, bravissimo a deviare di testa un cross di Regonesi sulla sinitra. Arrembaggio delle rondinelle e Rimini a fare roccaforte davanti a Agliardi fino al 90′ per 3 punti importantissimi per la lotta salvezza.

Empoli – Salernitana 2-0

Un gran goal di Corvia al 13′, bravissimo a liberarsi dalla marcatura di Peccarisi e a colpire in tuffo, spiana la strada all’Empoli verso i quartieri alti della classifica. Secondo tempo più arrembante della Salernitana che sciupa un’occasione praticamente all’altezza del dischetto del calcio di rigore che Fatic sbaglia clamorosamente. Arriva il sospiro di sollievo per gli uomini di Baldini a pochi minuti dalla fine della partita con Lodi che dopo essersi visto ribattere il primo tiro, non sbaglia il tap-in vincente e chiude la partita.

Frosinone – Livorno 1-1

Che il “Matusa” fosse uno stadio ostico si sapeva, ma gli uomini di Acori se lo ricorderanno oggi di più. Il Frosinone viene da 4 sconfitte consecutive in casa e da 8 turni non pareggia. Rischia di passare in vantaggio il Frosinone sugli sviluppi di un calcio d’angolo ma solo il palo salva i toscani. Passa in vantaggio il Livorno, sull’asse Diamanti – Tavano, il primo bravo a prolungare di testa per il secondo che finalizza per il vantaggio del Livorno (33′). Risponde subito il Frosinone (36′), con il solito Eder con uno stacco imperioso di testa. Secondo tempo all’assalto della porta fusinate a causa dell’espulsione a fine primo tempo di Antonazzo (giallo per fallo su Diamanti e poi rosso per proteste), ma la squadra di Acori non riesce a portare a casa più di un punto.

Grosseto – Ascoli 1-0

Riesce a portare a casa i tre punti un Grosseto in crisi di risultati contro un Ascoli reduce da 16 punti in 6 gare.  Il Grosseto schiaccia l’Ascoli (unica azione nel primo tempo dopo 30′ su contropiede e poi nulla) per tutto il primo tempo non riuscendo però ad inquadrare la porta avversaria. Secondo tempo uguale al primo, con l’unica differenza del goal dei maremmani su cross di Vitiello, sul quale Pellicori ha tutto il tempo di stoppare prendere la mira e trafiggere il portiere avversario; non preparata in questo caso la difesa ascolana.

Parma – Treviso 0-0

Continua a faticare il Parma delle superstar, bloccato per l’ennesima volta con il segno “X” . Più Treviso che Parma nei primi 45 minuti, con tre occasioni per gli ospiti sul quale Pavarini è molto bravo, e due per gli emiliani su una delle quali è super Guardalben a negare la gioia del goal a Cristiano Lucarelli. Secondo tempo tutta di marca emiliana, che si vede prima annullare un goal di Paloschi per dubbia posizione di fuorigioco, poi un goal regolare di Vantaggiato per fuorigioco inesistente (erano due i giocatori del Treviso a tenerlo in gioco) ed infine ancora goal annullato a Paloschi per un presunto fallo fischiato dall’arbitro, lasciando così il risultato fermo sullo 0 a 0.

Piacenza – Modena 1-0

Non riesce nell’impresa di portare a casa il risultato il Modena dopo aver fermato il Rimini, il Parma e l’Empoli. Passa il Piacenza con Anaclerio, il più lesto di tutti a metterci il piede su un tiro-cross, dopo un quarto d’ora, mettendo subito in salita il match per i canarini. Piacenza che potrebbe chiudere il match con Guzman che però si fa ipnotizzare dal dischetto da Castelli.

Pisa – Albinoleffe 2-0

E’ solo Pisa nel primo tempo, che spreca ben 5 occasioni sparando alto e contro il portiere. Nel secondo tempo, dopo venti minuti,Conteh prova l’anticipo su Alvarez in area di rigore senza fortuna. Greco trasforma per la gioia dei tifosi dell’Arena Garibaldi. Risposta dell’Albinoleffe che non c’è e Pisa che chiude i conti al 39′ con Antenucci.