19/11/2017

Copa del Rey, Athletic in finale dopo 24 anni. Barça, quanta fatica

marzo 4, 2009 di  
Inserito in Calcio Estero

llorente

Festa grande per l’Athletic di Llorente
copyright flickr.com

Dopo 25 anni torna la sfida delle sfide in coppa del Re: Barcellona- Athletic Bilbao. Le due squadre più vincenti nella storia della competizione -24 successi per i blaugrana, appena uno in meno per i baschi- tornano ad affrontarsi in una finale che si preannuncia avvincente. Questo il verdetto, per certi versi sorprendente, del ritorno delle semifinali giocati ieri sera. Appuntamento al “Mestalla” per la rivincita: nel 1984 la spuntarono i ‘leoni’ baschi.

Athletic Bilbao- Siviglia 3-0
A 24 anni di distanza dall’ultima volta (stagione ’84-’85), Bilbao riproverà l’ebbrezza di una finale. I baschi firmano l’impresa, ribaltando l’1-2 del “Sanchez Pizjuan” ed eliminando il più quotato Siviglia. I leoni azzannano letteralmente gli ospiti sin dal primo minuto, spinti dal calore di uno stracolmo “Sant Mames”. Al 4′ matura già il vantaggio: Javi Martinez raccoglie un cross dalla destra e fulmina Palop. La marea basca è inarrestabile e nel giro di mezz’ora travolge gli storditi andalusi. Prima bomber Llorente di testa, poi Toquero non lasciano scampo agli avversari. Non c’è più partita: la band Del Nido vola in finale, a Bilbao è invasione di campo e festa fino a notte fonda.

Maiorca- Barcellona 1-1
Che spavento! I blaugrana patiscono le pene dell’inferno per sbarazzarsi del Maiorca e regalarsi la finalissima. Messi e soprattutto Pinto tengono a galla i leader della Liga con le loro prodezze e scacciano le cosiddette streghe. Sull’1-0 per i locali (vantaggio isolano ad opera di Castro), Caceres commette fallo in area e si becca il rosso. Il portiere di riserva, però, para il calcio di rigore di Martì. A questo punto, entra in scena la Pulce che spegne qualsiasi velleità avversaria approfittando di un erroraccio della difesa e mettendo a segno la rete della sicurezza (80′), dopo che Josemi aveva ristabilito la parità numerica. Gli uomini di Guardiola confermano dunque i recenti imbarazzi, ma approdano alla finale di coppa.