24/09/2017

Due anni a Lotito per aggiottaggio. Spalletti, stop per un turno

marzo 3, 2009 di  
Inserito in Calcio news, Lazio, Roma

lotito

Guai per Lotito, condannato per aggiottaggio
copyright flickr.com

Roma– Giornata movimentata dal punto di vista giudiziario e disciplinare. In entrambi i casi i club colpiti sono quelli della Capitale: il presidente della Lazio Claudio Lotito è stato condannato a due anni di reclusione per aggiotaggio, il tecnico della Roma Spalletti squalificato per un turno per le frasi rivolte a Rizzoli durante il discussissimo posticipo con l’Inter di domenica sera.

Due anni a Lotito– Aggiotaggio manipolativo e informativo e di ostacolo all’attività agli organi di vigilanza. Questa la condanna pronunciata dai giudici della seconda sezione penale del tribunale di Roma nei confronti di Claudio Lotito e Flavio Mezzaroma in merito alla vicenda riguardante l’acquisto delle azioni della Lazio nel 2005. Secondo la ricostruzione del pm, i due avrebbe siglato un accordo “interpositorio” che aveva portato l’imprenditore ad acquistare il 14,61% di azioni della Lazio per conto di Lotito in modo tale che quest’ultimo non apparisse titolare del pacchetto in base al quale doveva lanciare l’Opa in quanto “sforato” il 30%. Il prezzo di mercato ne risultò alterato, da qui la condanna: per il patron biancoceleste due anni, per Mezzaroma un anno e otto mesi. I due saranno inoltre tenuti a pagare una multa rispettivamente di 65 mila e 55 mila euro e saranno interdetti dai pubblici uffici per un anno.  Gli avvocati difensori hanno già annunciato il ricorso alla Corte d’Appello.

Stop per Spalletti– Proseguono senza sosta gli strascichi velenosi del dopo Inter- Roma. Oltre alle dichiarazioni al vetriolo di Mourinho, al botta e risposta con Ranieri, Cobolli e Spalletti, oggi è arrivata la sanzione disciplinare per il tecnico giallorosso. Il giudice sportivo Tosel gli ha comminato un turno di stopper avere, al termine della gara, rivolgendosi al quarto ufficiale, contestato l’operato arbitrale con un’espressione insultante e provocatoria“. Al contempo, però, l’arbitro Rizzoli rischia una temporanea “retrocessione in B”, mentre è certo che per un pò di tempo non arbitrerà i match della Roma. La società stessa è stata poi multata di 8mila euro per gli insulti razziali rivolti dai tifosi giallorossi nei confronti di Mario Balotelli. Ecco spiegata la ragione del gesto dell’attaccante nerazzurro dopo il gol del 2-3, quell’intimazione al silenzio rivolta allo spicchio di sostenitori giallorossi presenti a San Siro.