25/09/2017

Il Bari torna in vetta, il Parma frena. Bene Brescia e Sassuolo. Rimini ok

febbraio 28, 2009 di  
Inserito in Serie B

bari

Il Bari ritorna al comando
copyright flickr.com

ROMA – Nella giornata in cui le grandi sono chiamate ad una conferma stecca il Parma fermato a Modena sul 2-2, si conferma il Bari sul campo del Mantova che riaggancia in vetta il Livorno sotto le tante proteste per la direzione di gara. Vince il Sassuolo che sale al terzo posto in classifica, mentre il Brescia espugna il campo del Frosinone e si posiziona subito dietro gli emiliani. In coda prendono un po’ d’ossigeno Rimini e Piacenza che vincono match importanti rispettivamente contro Ancona e Salernitana.

ASCOLI – AVELLINO 2-1

Due perle degli ascolani nel primo tempo, rispettivamente di Sommese al volo (10′) e Belinghieri su punizione (42′) chiudono la pratica Avellino. Nel secondo tempo ci prova Sforzini a 10′ dal termine a mettere i brividi agli uomini di Colomba.

FROSINONE – BRESCIA 0-3

Và sul velluto il Brescia grazie a Caracciolo che segna il goal del vantaggio dopo  21′, raddoppio di Okaka al 74′ e festa finale delle rondinelle con la doppietta personale ancora di Caracciolo che realizza allo scadere del tempo regolamentare un calcio di rigore raggiungendo così quota 11 centri nella classifica marcatori.

MANTOVA – BARI 0-2

Grande contestazione dei mantovani sul primo goal di Guberti, per una posizione di fuorigioco sbandierata dal collaboratore dell’arbitro sulla quale il signor Morganti lascia giocare. Sul goal di Guberti succede di tutto ed alla fine vengono espulsi l’allenatore del Bari Conte, e Corona del Mantova (era in panchina). Raddoppio degli ospiti al 45′ con Parisi. Partita molto nervosa piena di ammonizioni.

MODENA – PARMA 2-2

Il Parma soffre l’esame Modena, che sembra aver trovato la via per la salvezza, avanti con un gral goal di Bruno si fa raggiungere prima da un gran tiro da fuori di Mariga. Poi sul 2-1 targato Pinardi di testa, Lucarelli segna l’ottavo rigore stagionale ( 11° goal complessivo) e acciuffa un pareggio importante per come si era messo il match.

RIMINI – ANCONA 2-1

Delicata partita salvezza quella giocata al Romeo Neri di Rimini. La spunta il Rimini andato sotto dopo 9′ col goal di Soddimo, reagisce d’orgoglio col 3° centro stagionale di Cipriani abile a smarcarsi del diretto avversario e insaccare a rete. Cipriani che nella ripresa sfiora la doppietta personale, il suo tiro è però respinto da Da Costa, pallone che carambola sui piedi di Basha che appoggia comodamente a porta vuota. Ancona in grande crisi sia di gioco che di classifica.

SALERNITANA – PIACENZA 0-1

Ci pensa l’ex Bari Anaclerio a togliere le castagne dal fuoco per il Piacenza sugli sviluppi di un calcio d’angolo dalla sinistra al 32°. Piacenza che rischia di raddoppiare al 71′ sull’invenzione di Davide Moscardelli che serve deliziosamente Riccio il cui tiro si stampa sul palo.

TREVISO – SASSUOLO 2-3

Tutt altro che facile partita per Balbo, nuovo allenatore del Treviso. Parte subito il Sassuolo con il goal di Poli dopo appena 5′. Un minuto prima, Salvetti si era fatto parare un rigore. Pedrelli replica a Poli al 21°, dopo che Quadrini aveva fallito il rigore è lui ad avventarsi per primo sulla sfera, riaprendo la partita. Martinetti (32′) e poi Rea (45′), fissano il primo tempo sul parziale dell’ 1 a 3. Ripresa tutta di marca trevigiana che accorgia le distanze  a 10′ dal termine con Cafasso.

TRIESTINA – PISA 1-0

Una “papera” colossale del portiere del Pisa, che ritarda oltre ogni aspettativa il rinvio coi piedi, favorendo il più semplice goal a Anaclerio, spiana la strada alla Triestina che inizia a farsi pericolosa nelle zone alte della classifica.

VICENZA – CITTADELLA 1-1

Derby vibrante e non scevro di emozioni, oltre che di proteste per 2 calci di rigore (uno per parte) non assegnati. Passa in vantaggio il Cittadella, squadra davvero in forma in questo momento del campionato, con Meggiorini (poi infortunatosi alla coscia con una ferita lacero-contusiva). Pareggio dei padroni di casa 40 minuti dopo con Sgrigna che verrà poi anche espulso a 10ì dal termine.