23/10/2017

Uefa, esclusioni eccellenti. Fuori Valencia, Tottenham e Aston Villa

febbraio 27, 2009 di  
Inserito in Europa League

kravets

Kravets, il matador del Valencia
copyright flickr.com

La serata di calcio europeo non è stata soltanto caratterizzata dalla Caporetto delle nostre rappresentanti. I sedicesimi di Uefa hanno infatti riservato molte altre sorprese, confermando lo status di imprevedibilità di questa competizione. Valencia, Tottenham e Aston Villa sono le esclusioni più eccellenti, mentre il Marsiglia salva ‘le penne’ soltanto ai rigori. A far festa sono le formazioni dell’Est, le russe e ucraine, le più coriacee nel clima invernale che ha contraddistinto questo turno. Bene le francesi, bilancio in parità per le formazioni tedesche.

Vento dell’estCska Mosca, Zenit San Pietroburgo, Dinamo Kiev, Shakthar Donetsk e Metalist Kharkiv: la truppa dell’ex Urss è quanto mai folta e agguerrita. Desta scalpore poi la presenza di tre formazioni ucraine negli ottavi, evento mai verificatosi in una competizione europea. L’impresa è targata Dinamo: dopo l’1-1 dell’andata, il club della capitale esce imbattuto dal Mestalla di Valencia riuscendo a segnare le due reti necessarie al passaggio del turno. Eroe di serata Kravets, la cui doppietta ha gelato le speranze spagnole. Meno problemi per il Cska che nel gelo di Mosca ha fatto fuori senza problemi l’Aston Villa con un 2-0 targato ZhirkovVagner Love. La spedizione inglese, così come quella italiana, è stata d’altronde un fallimento quasi totale: il Tottenham ha provato la rimonta sullo Shakhtar (Dos Santos), ma Fernandinho l’ha riportato sulla terra; solo il City approda agli ottavi dopo il 2-1 targato Bellamy sul Copenaghen. Il sorprendente Metalist, come ben sappiamo, ha eliminato la Samp, mentre il destino dell’unica superstite italiana, l’Udinese, incrocierà quella dell’altra russa, lo Zenit che piazza il colpaccio a Stoccarda (2-1). Solo i friulani non sono stati spazzati via dal vento dell’est, speriamo sia di buon auspicio.

sabri_sarioglu

Sarioglu spinge il Galatasaray agli ottavi
copyright flickr.com

Ciao ciao Spagna– Come dicevamo, è stato un turno nefasto per le big. La Spagna è sparita dal torneo -il Deportivo ha incassato un pesante 6-1 globale dall’Aalborg– mentre per la Francia il saldo è positivo. Il Marsiglia impatta con Twente il ko dell’andata (1-0, Ben Arfa) e la spunta ai rigori,  Saint Etienne e PSG eliminano senza problemi Olimpiacos e Wolsfburg. Fuori soltanto il Bordeaux nel pirotecnico 4-3 che qualifica il Galatasaray: Bellion apre le danze dopo 1′, Kewell e Arda (doppietta) spingono avanti i turchi. Sembra fatta, ma nell’arco di un minuto (74′ e 75′) Chamakh e Cavenaghi firmano l’insperato pari che qualificherebbe la formazione di Blanc; sul gong, però, Sarioglu fa esplodere la polveriera dell’Ali Sami Yen e manda a casa i girondini. Bilancio in parità per la Germania: detto delle eliminate Wolfsburg e Stoccarda, il Werder (col Milan) e l’Amburgo (1-0 al Nec) volano agli ottavi. Infine, avanzano Ajax (a spese della Fiorentina) e Sporting Braga, che amministra agevolmente il vantaggio acquisito all’andata sullo Standard (3-0, 1-1).

-vedi risultati sedicesimi coppa Uefa e ottavi coppa Uefa

  • Marco Belegni scrive:

    Che bello! Aria nuova in Europa!!! Dinamo Kiev e Manchester City alé!

  • Lascia un commento

    Dì la tua su questo articolo

    You must be Autenticato come to post a comment.

    -->