24/09/2017

Sempre più United. Red Devils ora a +7 sul Liverpool

febbraio 23, 2009 di  
Inserito in Premier League

cronaldo3

C.Ronaldo piega anche i Rovers
copyright flickr.com

Italia-Inghilterra. Ora non si parla d’altro, come giusto che sia, visti i tre confronti che impegneranno alcune tra le migliori esponenti del football inglese, con la creme della creme del calcio nostrano. Il doppio confronto di Champions League offre spunti interessanti per ragionare sul nostro calcio con una domanda dalla quale partire: calcisticamente parlando, siamo così inferiori ai nostri colleghi inglesi? La Premier sarà forse più ricca di denaro e talenti, ma in fin dei conti, anche al di là della Manica, c’è una squadra ammazza campionato, e si chiama Manchester United.

Manchester United-Blackburn Rovers 2-1
Sono dieci le vittorie consecutive per i ragazzi si Sir Alex Ferguson, che regolano anche i derelitti Rovers, che pure si sono comportati bene, non affondando mai. Rooney porta in vantaggio i Red Devils al 23′, anticipando il portiere in uscita con un tocco di punta. Poi termina l’imbattibilità per la porta dello United: Santa Cruz supera Kuszczak (sostituto di Van der Sar) in dribbling e fa riprovare quel dispiacere che Scholes e compagni non provavano dall’8 novembre scorso. Il record del portiere olandese rimane comunque invariato, dato che è il collega polacco ad incassare il passivo, ed alla prossima gara ripartirà dai 1302 minuti senza raccogliere il pallone in fondo al sacco. Nella ripresa, dopo un palo di Nelsen per i Rovers, il Manchester trova il vantaggio con Cristiano Ronaldo al 60′ su punizione. Rialzata subito la testa, lo United controlla saggiamente il match sino al termine, senza rischiare troppo. Martedì contro l’Inter sarà scontro tra capoliste e calcio all’ennesima potenza.

anelka5

Anelka risolleva i Blues
copyright flickr.com

Aston Villa-Chelsea 0-1
Il restyling di Guus Hiddink funziona subito per il Chelsea che espugna il difficilissimo Villa Park, con una rete di Anelka al 19′. I Blues tornano al successo e trovano il terzo posto, grazie al nuovo 4-1-4-1 imposto dall’allenatore part-time olandese, fortemente voluto dal presidente Abramovich. Per i Villans una sconfitta che brucia per l’economia della classifica e sarà importante ritornare a fare punti, poichè l’accesso in Champions è ancora molto più di un sogno. Occorre però metabolizzare in fretta la sconfitta e tornare ad essere, già dal prossimo weekend, una delle squadre migliori della Premier. Chelsea che attende ora la sfida con la Juventus e parte con i favori del pronostico e con un ritrovato sorriso.

Arsenal-Sunderland 0-0
I Gunners non stanno bene. Tanti infortuni, tante occasioni sprecate per risalire la china e pochi punti. Il pari interno contro il mediocre Sunderland, la dice lunga sul momento difficile dei ragazzi di Arsènè Wenger. Anche in questo match, tante le occasioni delapidate dall’Arsenal, che raccolgono un misero punticino che serve a poco. Contro la Roma sarà sicuramente una bella sfida, ma i Gunners sono in emergenza ed hanno bisogno di trovare al più presto un bomber che faccia le veci di Adebayor, che dovrebbe comunque tornare già la prossima settimana.

Liverpool-Manchester City 1-1
Il favore che non ti aspetti. I Citizens cuciono mezzo scudetto sulle maglie dei cugini dello United, fermando ad Anfield il Liverpool, forse con la testa già alla sfida contro il Real Madrid. Succede tutto nella ripresa. Gli ospiti passano in vantaggio con Bellamy ad inizio ripresa, mettendo in difficoltà i Reds in più di un’occasione. Il pari arriva al 78′ con Kuyt. Predomazia dei locali nella partita, ma occasioni in equilibrio: ne esce un pari giusto.

Newcastle-Everton 0-0
Pari tra gli sbadigli che serve sicuramente di più all’Everton, ormai saldamente in sesta posizione. Tra i Magpies ha pesato tanto l’espulsione di Nolan a fine primo tempo: in inferiorità numerica, il pari è già un successo per i bianconeri.

Middlesbourgh-Wigan 0-0
Ci si annoia anche in questa partita. I Boro avevano bisogno di tre punti come il pane, mentre il Wigan non avevano nulla da chiedere a questo match. Ne è uscito un pari a reti bianche che fa sorridere gli ospiti.

Fulham-W.B.A. 2-0
Sempre più a fondo gli Albions che vengono bastonati nella ripresa al Craven Cottage, da un Fulham in salute. Le reti nella ripresa, con Zamora e Johnson.

Bolton-West Ham 2-1
Un grande inizio dei padroni di casa permette al Bolton di conquistare tre punti importanti e di far venire qualche brivido da classifica agli Hammers, che ora possono essere risucchiati nell’affollata bagarre della medio-bassa classifica. Uno due micidiale per il Bolton ad opera di Taylor e Davies, permette ai locali di trovarsi subito 2-0 dopo 11′. Nella ripresa Parker riapre la partita, ma nonostante gli sforzi, gli ospiti non riescono a pareggiare.

Hull City-Tottenham 1-2
Bel successo corsaro per gli Spurs, che tornano alla vittoria fuori dal White Hart Lane, dopo quasi due mesi e mezzo. Nel primo tempo vantaggio ospite con una bordata da fuori di Aaron Lennon al 17′, al quale però risponde prontamente 10′ dopo con Turner, che pareggia sfruttando un’incertezza di Cudicini in uscita. Per tutto il match le squadre si equivalgono sia come azioni pericolose, che come legni colpiti (uno a testa). La differenza la fa un gran colpo di testa di Woodgate all’85’ su cross mancino di Assou-Ekotto.

Stoke City-Portsmouth 2-2
Divertente pari ricco di gol nella sfida tra pericolanti. Nulla sino agli ultimi minuti, poi la gara si infiamma. Kranjcar al 76′ porta in vantaggio gli ospiti, che rispondono immediatamente con la rete di Beattie su rigore al 78′. Beattie si ripete tre minuti più tardi, ma all’ultimo assalto, gli ospiti trovano il pareggio quasi insperato, grazie ad una autorete del difensore Shawcross.