20/09/2017

Il Legnano ferma il Cesena, mentre Gallipoli e Crotone prendono il volo

febbraio 23, 2009 di  
Inserito in Lega Pro

Ventitreesima giornata della Lega Pro, con qualche risultato sorprendente e tante conferme in vetta. Nel girone A, il Cesena viene a sorpresa fermato dal Legnano e raggiunto in classifica dalla Pro Patria, che batte lo spacciato Venezia, sempre però in attesa della Reggiana, che in caso di vittoria nel derby di Ferrara contro la Spal, può raggiungere la vetta in solitudine. Nel raggruppamento meridionale, le contemporanee sconfitte di Benevento e Arezzo consentono a Gallipoli e Crotone di staccarsi in modo deciso dal gruppetto e andare verso una sfida a due per la promozione diretta in serie B.

correa

Correa e Pro Patria tornano a volare
copyright flickr.com

Girone A- Nizzetto all’ultimo respiro blocca il Cesena al Manuzzi e sopratutto blocca il volo dei bianconeri in classifica. Decisivo uno svarione di Biasi che spiana la strada del gol all’attaccante di Lombardo dopo le tante occasioni fallite dai romagnoli e il momentaneo vantaggio firmato Sacilotto.  La Pro Patria fa il suo dovere contro l’oramai rassegnato Venezia, che a Busto Arsizio ne prende tre a firma di Correa, Do Prado e Music. Stasera grande derby tra Spal e Reggiana, che dirà comunque tanto in ottica classifica: una vittoria degli estensi può rilanciarli dopo un periodo opacissimo, una vittoria granata può proiettare la squadra di Pane in testa solitaria alla classifica.
NovaraRavenna, gara importantissima in chiave play-off, finisce con un divertente 2-2: al gol di Curiale per i giallorossi, rispondono i piemontesi con una doppietta a firma di Sinigaglia e solo una autorete di Centurioni permette al Ravenna di impattare. Due squadre che comunque lotteranno fino in fondo per un posto negli spareggi promozione, ai quali può ambire anche il Pergocrema, che fa il colpaccio al Bentegodi contro l’Hellas: gol di Le Noci a nove minuti dal termine della gara.
Una classifica molto corta e con due vittorie consecutive ci si può ritrovare anche ad un passo dalla zona promozione o in caso di sconfitte in serie ad un passo dal baratro. Singolare quindi come squadre attrezzate e blasonate come lo stesso Verona, o la Cremonese, altro deludente pareggio per 0-0 contro il non trascendentale Lecco, o la buona Lumezzane, si trovino a soli due-tre punti dalla zona play-out. 0-0 per il Padova a Portogruaro che costa caro a Attilio Tesser, esonerato per far posto al Carlo Sabatini-bis. 2-2 infine tra Pro Sesto e Monza, che restano ancorate al quint’ultimo posto, l’ultimo che relega alla lotteria dei play-out.
Nel prossimo turno, tra tutte spicca un interessante Reggiana-Novara, ma anche un impegno ostico per il Cesena impegnato contro il Pergocrema in Lombardia, mentre per la Pro Patria sfida all’altalenante Cremonese, che non può assolutamente perdere.

digennaro

Di Gennaro ancora a segno
copyright flickr.com

Girone B- Due al comando che giurano di non mollare più la presa. Sono Gallipoli e Crotone che si staccano dal gruppone e danno una decisa scossa al campionato. La squadra pugliese batte a domicilio la Paganese, con i gol di Di Gennaro e Russo, mentre la squadra calabrese allenata da Moriero batte 2-1 la Juve Stabia: uno-due già dopo ventidue minuti da parte di Basso e Morleo.
Non se la passa bene Cari, l’allenatore dell’Arezzo, già a rischio esonero la settimana scorsa e ora ancora di più dopo la sconfitta imprevista contro il Lanciano, in casa. Gol decisivo di Margarita al 91esimo minuto. Concas e Perna abbattono il Benevento, che perde al Liberati contro i locali della Ternana. Basta un gol di Schetter alla Cavese per espugnare il campo della Real Marcianise e spegnere i sogni di gloria della squadra casertana, sogni che continuano per i metelliani. Imprevisto pari casalingo per il Foggia contro il fanalino Pistoiese, che va in vantaggio su rigore con Artistico al 39esimo minuto e solo con un calcio dagli undici metri trasformato da Germinale riesce ad agguntare almeno un punticino.
Lampo di gloria nella opaca stagione del Perugia, che abbatte 4-0 il debole Potenza, ora costretto a giocarsi l’ultimo posto con la Pistoiese: reti di Pizzolla, Cutolo e doppietta di Mazzeo. Il Foligno va che è un piacere: anche a Sorrento la squadra di Indiani vince per 2-1 e vola fuori dalla zona play-out con la doppietta di De Paula. Ritorna alla vittoria il Pescara di Nanu Galderisi, che ottiene punti tranquillità, allontanando una zona calda che si stava facendo incombente.
Nel prossimo turno, turno impegnativo per il Gallipoli in casa contro il Foggia, mentre derby al Santa Colomba tra Benevento e Sorrento.