18/12/2017

L’Ajax di Van Basten beffa la Fiorentina. Viola troppo sciuponi

febbraio 19, 2009 di  
Inserito in Europa League, Fiorentina

Kennedy Bakircioglu gela il Franchi
copyright getty images

Firenze– E’ dolce il ritorno di Marco Van Basten in Italia. Tanto quanto è amaro il ritorno in Uefa della Fiorentina. I viola comandano le operazioni nell’andata dei sedicesimi di Uefa, ma vengono beffati e sconfitti di misura dall’Ajax (0-1). Kennedy Bakircioglu sfrutta una delle rarissime chanches capitate agli olandesi, mentre i viola si fanno irretire dal pressing avversario e sciupano a più riprese. Ad Amsterdam sarà davvero dura ribaltare il risultato.

Pressing olandese– Prandelli schiera il solito 4-3-3 con Semioli e Mutu ai fianchi di Gilardino. Van Basten deve invece far i conti con numerose assenze e con una crisi di risultati preoccupante. I lancieri impostano una partita fatta di pressing alto, spazi chiusi e ripartenze rapide affidate allo spigoloso Suarez, anche perchè il bagaglio tecnico è limitato. Più che una squadra olandese, sembra infatti di vedere una formazione italiana “di provincia”. Nelle prime battute la Fiorentina riesce comunque a prendere il sopravvento schiacciando gli avversari nella loro metà campo e cercando ficcanti verticalizzazioni. Dopo un gol annullato a Mutu, il match potrebbe prendere una piega precisa al 20′, quando un suggerimento illuminato di profondità di Mutu mette Montolivo davanti a Stekelenburg. Il centrocampista, però, dopo aver saltato il portiere, spara alto. Un peccato capitale, perchè l’Ajax stringe ancora di più le sue maglie e imbriglia la manovra viola, facendosi vedere in avanti una sola volta con Suarez.

La beffa– Il copione non cambia dopo il thè dell’intervallo. Prandelli allora cerca di dar più vivacità all’attacco con l’ingresso di Jovetic e Kuzmanovic, ma la mossa non porta bene. Una disattenzione difensiva viola lascia Kennedy Bakircioglu libero di fucilare dal limite dell’area al termine di un’azione convulsa; il suo destro incoccia sulla parte della traversa e finisce in rete (60′). Doccia gelata, gelatissima per il “Franchi”. I padroni di casa reagiscono un pò convulsamente, anche se hanno le chanches per pareggiare. Ma Kuzmanovic spedisce alto da ottima posizione, e Gilardino s’incarta a due passi da Stekelenburg incespicando sul pallone. La beffa si materializza, Van Basten confeziona un altro scherzetto (dopo quello estivo agli Europei di calcio…) ad una squadra italiana. In Olanda servirà un colpaccio.