22/10/2017

Prima divisione, è sempre più tempo di fughe

febbraio 16, 2009 di  
Inserito in Lega Pro

Tempo di fughe nei due gironi della Lega Pro. Nel raggruppamento settentrionale, in attesa del posticipo Pergocrema-Pro Patria, Cesena e Reggiana vincono i loro rispettivi incontri e volano al primo posto, mentre nel girone B, solo Gallipoli e Crotone vincono e occupano i primi due posti in graduatoria.

cesena

Il Cesena vola in vetta

Girone A- Al Cesena di Bisoli basta vincere di misura contro il Lecco, per tenere il passo della Reggiana: al 65esimo il gol vittoria di Giaccherini sul rigore. I granata emiliani vincono meritatamente la gara casalinga contro la Pro Sesto, grazie alle marcature di Alessi e Dell’Acqua.
In attesa del posticipo di stasera, il derby lombardo tra Pergocrema e Pro Patria, è certificata la crisi della Spal, che riesce a pareggiare anche a San Benedetto del Tronto contro la pericolante Samb. Sconfitta anche per il Novara, che cade contro la Legnano di Attilio Lombardo, causa i gol di Virdis e Lombardo. In sordina, il Ravenna si ritrova incredibilmente ad una sola lunghezza dai play-off, grazie anche all’ultimo successo sul buon Lumezzane (2-0).
Campisi regala il derby del Triveneto all’Hellas Verona contro i cugini padovani e il Portogruaro regola di misura la Cremonese di Mondonico, grazie al gol di Abate al 76esimo minuto.
Importante affermazione in chiave salvezza per il Monza, che batte al “Brianteo”, il sempre più fanalino Venezia, quattro punti dall’ultimo posto utile per evitare la retrocessione diretta in Seconda divisione.
Prossima giornata favorevole, sulla carta, per il  Cesena, impegnato al “Manuzzi” contro il Legnano, e alla Pro Patria, che riceverà il Venezia, mentre ci sarà il derby Spal-Reggiana, che dirà una volta per tutte se i ferraresi potranno reinserirsi in una volata promozione diretta. Inoltre, in programma l’importante Novara-Ravenna, con i giallorossi che cercheranno di scavalcare in classifica la squadra piemontese.

ginestra

Ginestra affonda il Perugia

Girone B- Ciclone Gallipoli sul malcapitato Perugia: 4-1 il risultato finale, con il vantaggio iniziale degli umbri con Del Core e successiva riscossa salentina, con la doppietta di Ginestra e i gol di Marzeglia e Zampa sul finire della gara. Al termine dell’incontro la società perugina ha esonerato Maurizio Sarri, richiamando in panchina Giovanni Pagliari.
La sfida del “Santa Colomba”, vero e proprio big match della giornata, lo vince il Crotone che batte 2-1 i locali del Benevento :gol vittoria per i rossoblù pitagorici di Morleo e Basso, che rendono inutile il gol di Castaldo. E’ un primo abbozzo di fuga, anche perchè l’Arezzo esce battuto dallo “Iacovone” di Taranto, per opera di Caturano. Basta solo il gol di Romeo alla Cavese, per tornare alla vittoria e a continuare a coltivare sogni play-off. Grande Foggia a Castellamare di Stabia, espugnata dai rossoneri per 3-2: i gol di una vittoria che fanno tenere il passo della Cavese sono di Piccolo e la doppietta di Colombaretti.
Dietro il vuoto. A quota ventotto si ritrova il Sorrento, che batte in rimonta con Maiorana e Ripa, la Pistoiese, che esonera il tecnico Polverino. Sconfitta nel derby per la Ternana, rinfrancata da un buona serie di risultati utili consecutivi: risolve Cipolla all’86esimo su calcio di rigore. Scialbo zero a zero tra Potenza e Paganese, mentre Pescara-Real Marcianise viene rinviata causa inagibilità del campo dell’Adriatico, vista l’abbondante nevicata nel capoluogo abruzzese.
Nel prossimo turno, trasferta impegnativa per il Gallipoli impegnato a Pagani, contro una Paganese desiderosa di punti tranquillità, mentre gare casalinghe sia per l’Arezzo contro il Lanciano e sia per il Crotone contro la Juve Stabia. Il Benevento andrà invece a Terni.