19/11/2017

Chelsea, Hiddink tecnico part-time. Eriksson per il Portsmouth?

febbraio 11, 2009 di  
Inserito in Premier League

hiddink

Hiddink al Chelsea. Part-time

Londra– Part-time d’oro. E’ il rapporto instaurato tra il Chelsea e Guus Hiddink, divenuto oggi ufficialmente tecnico dei Blues fino a giugno. Il sostituto di Scolari, esonerato dopo l’ultimo match con l’Hull City, si dividerà tra la capitale inglese e la nazionale russa, progetto tecnico a cui non voleva assolutamente rinunciare. E lo farà alla modica cifra di 1,6 milioni di euro che potrebbero diventare 2,8 in base ai risultati conseguiti dalla squadra in Premier, Champions e FA Cup. Un sostanziosissimo incentivo a raddoppiare gli sforzi.

Ancelotti per il dopo Hiddink– Il rapporto si estinguerà come da contratto a giugno, anche se l’allenatore olandese potrebbe rimanere in sella in caso di successo. Oltremanica, però, la candidatura più gettonata per la prossima stagione è quella di Carlo Ancelotti. Indiscrezione confermata dal direttore organizzativo del Milan Umberto Gandini che ha ammesso che il tecnico emiliano “potrebbe prendere in considerazione l’ipotesi Chelsea, nel caso in cui la panchina dei Blues fosse libera a luglio”. Il santone oranje, dunque, dovrebbe rimanere a Londra solo fino fine stagione. Nel frattempo Abramovich ha trovato l’accordo per la buonauscita di Scolari: la cacciata costerà al patron russo 8 milioni di euro. Una succosa consolazione per l’ex ct carioca, da tempo sulla graticola per i risultati deludenti -l’imbarazzante pari con il Southend in coppa e la resa al Manchester in campionato rischiavano già di essergli fatali- e silurato per il cattivo rapporto con alcuni big dello spogliatoio (Drogba in primis ma anche Cech e Ballack). Insomma, un amore mai scoccato e finito repentinamente.

Eriksson Pompey? – L’esonero di Tony Adams dalla guida tecnica del Portsmouth è inevitabilmente passato in secondo piano. L’ex stella della nazionale, subentrato a Redknapp quando quest’ultimo aveva lasciato per andare al Tottenham, è stato licenziato dopo appena 106 giorni di lavoro. D’altronde, il 16° posto in classifica non deponeva a suo favore. La vera notizia riguarda però il nome del possibile sostituto. Si vocifera infatti che potrebbe sbarcare a Fratton Park Sven Goran Eriksson. Lo svedese è attualmente ct del Messico, ma la federazione centramericana è insoddisfatta dei risultati ottenuti, non ultimi gli inopinati ko nel girone di qualificazione a Sudafrica 2010 con le modeste Giamaica e Honduras. Un altro passo falso nella sfida di stasera con gli Stati Uniti potrebbe costargli caro. E così il patron del club inglese Alexandre Gaydamak non sarebbe costretto a sborsare i quasi 3 milioni di euro di risarcimento previsti dalla clausola sul contratto del ct. Avram Grant è l’alternativa ma non entusiasma l’ambiente, perciò l’ex allenatore della Lazio potrebbe presto tornare a respirare aria di Premier.