23/08/2017

La “vipera” Mastronunzio stritola il Parma. E’ crisi?

febbraio 7, 2009 di  
Inserito in Ancona Calcio, Parma, Serie B

mastronunzio1

La Vipera torna a colpire

Ancona– Un Guidolin in silenzio per tutto il secondo tempo è l’immagine di un Parma che si affaccia pericolosamente al girone di ritorno. Doveva essere una corsa a sè quella della squadra emiliana, e invece rischia di diventare (forse) una corsa per i play-off, perchè se davanti le grandi non sbagliano un colpo, dietro non sono da meno e risalgono velocemente una classifica molto corta.  Sei punti nelle ultime cinque partite la dice lunga sulla condizione degli uomini di Guidolin, che sebbene abbia ricevuto dal Rimini due importanti pedine come Lunardini e bomber Vantaggiato, non riesce a esprimere a pieno le potenzialità dei suoi tanti talenti. Come se non bastasse il problema del gioco, si aggiunge anche il caso Lucarelli escluso dalla partita del Conero, per comportamenti che lasciano dubbi sulla professionalità del calciatore.

La partita- E’  un Ancona che non parte intimorito dalla corazzata giallo-blu, che punge gli avversari più volte senza colpirli in modo decisivo. Due i goal annullati, uno per parte,  giustamente per fuorigioco. Ma se tra le tante stelle del Parma ti aspetti da un momento all’altro il goal, dalla parte dorica, c’è un bomber che non segnava da 3 mesi  ed era fermo a 9 goal. Parliamo di Mastronunzio che, a pochi minuti dalla fine del primo tempo, sfrutta un bellissimo taglio di Soddimo -che fa andare a vuoto Alessandro Lucarelli e arrivare in ritardo Troest- permettendogli di colpire dopo 3 mesi di digiuno e arrivare finalmente in doppia cifra.

Ancora la Vipera– Guidolin non ci sta e ad inizio ripresa inserisce subito Leon per rendere il Parma decisamente più offensivo ( Leon- Paloschi- Vantaggiato ). Ma l’honduregno non incide come suo solito, e Vantaggiato, oltre a faticare per arrivare al tiro e a non ricevere palloni, è costretto ad uscire qualche minuto per una ferita vicino l’occhio dovuta ad un contrasto di gioco involontario. Prima Budel e poi Leon provano la conclusione da calcio piazzato, con pallone decisamente alto. Poi sugli sviluppi di un calcio di punizione da parte dell’Ancona, Lucarelli devia di schiena un pallone che arriva a Mastronunzio che da solo batte per la seconda volta l’incolpevole Pavarini realizzando all’11’ la doppietta personale nonché il suo 11° gol stagionale. L’immagine emblematica, come detto all’inizio, è quella di un Guidolin in silenzio per tutto il secondo tempo -nessuna parola ripresa dalle telecamere- a spiegare in maniera esemplare il problema di spogliatoio che si vive all’interno della squadra e riflesso nelle prestazioni decisamente deludenti dell’organico emiliano. I tentativi del Parma si rivelano quindi semplici fuochi di paglia che non feriscono un Ancona ben messo in campo, tutto cuore e grinta, rapido nel ripartire in contropiede. Che sia veramente crisi? Aspettando l’evolversi del caso Lucarelli, il tecnico dei ducali avrà ben altre gatte da pelare.

  • Marco Belegni scrive:

    non è che si vocifera, è così…purtroppo…il problema è che vengono ad Ancona soltanto gli avventurieri, in 10 anni quanti ne abbiamo visti? Intanto i marchigiani vanno a comprarsi le squadre fuori regione… la città (amministratori pubblici, tifosi, imprenditori) dovrebbe chiedersene il motivo. Sento gente in giro che rimpiange Longarini, significa che siamo proprio alla frutta…

  • Andrea Ragazzini scrive:

    beh oltre gli stipendi non pagano manco le bollette dello stadio, si vocifera che se non pagano lo stadio non glielo danno.

  • Marco Belegni scrive:

    Fortuna, perchè dopo la figuraccia di Ascoli un’altra figura di merda non sarebbe stata accettata molto bene. Perchè sarà anche vero che la società non paga gli stipendi (e non è che siano stipendi milionari…), però un minimo di rispetto verso chi paga il biglietto e ti sostiene sempre e comunque….

  • Lascia un commento

    Dì la tua su questo articolo

    You must be Autenticato come to post a comment.

    -->