23/08/2017

Il Bari rallenta a Brescia, il Livorno torna in vetta. Sassuolo subito dietro

febbraio 7, 2009 di  
Inserito in Serie B

tavano1

Il Livorno torna in vetta
/copyright flickr.com

ROMA – Cambio al vertice della classifica del campionato di serie B. Il Bari lascia il comando della graduatoria al Livorno. I pugliesi non vanno oltre il pareggio a reti inviolate sul campo del Brescia, mentre i toscani superano senza particolari affanni il Piacenza, con il punteggio di 3-0. Dietro sale al 3° posto il Sassuolo che passa (1-2) a Grosseto. L’Empoli strappa un punto (0-0) a Bergamo all’AlbinoLeffe e si riavvicina alla zona play-off. Non approfitta la Triestina che si fa sorprendere (1-2) al Rocco dall’Ascoli e viene agganciato dal Vicenza, vittorioso (1-0) sul Mantova. In coda importante successo della Salernitana (0-2) a Frosinone mentre non vanno oltre il pari il Treviso a Rimini (2-2) e il Modena in casa con il Pisa (3-3). Lunedì sera chiude il programma il posticipo Cittadella-Avellino.

ALBINOLEFFE-EMPOLI 0-0
L’Empoli non va oltre lo 0-0 contro l’Albinoleffe: il risultato di parità è tutto sommato giusto, anche se i toscani possono mangiarsi le mani per alcune buone occasioni sprecate.

BRESCIA-BARI 0-0
Finisce in parità, senza reti ma la partita è stata piuttosto piacevole, ed in fondo va bene così: perchè Brescia e Bari sono state davvero pari in tutto. Nelle occasioni, nelle recriminazioni (tra pali, traverse e la richiesta di un rigore), nell’intensità, nell’agonismo. Risultato giusto, ma che comunque non può soddisfare in pieno il Brescia, che scivola a meno quattro dal secondo posto, e nemmeno il Bari, che perde la testa della classifica in favore del Livorno.

FROSINONE-SALERNITANA 0-2
Nella sfida fra due squadre in difficoltà di classifica, la Salernitana sbanca il Matusa di Frosinone e aggancia i ciociari in classifica, incappati nella terza sconfitta consecutiva, seconda interna. L’arbitro Romeo ha estratto tre cartellini rossi per espellere Giubilato e Rajcic nel Frosinone e Di Napoli per la Salernitana ma sul suo operato non c’è nulla da dire. Gara decisa da un episodio nel finale. Al 76’, sugli sviluppi di un angolo dalla destra, Fava trova di sinistro lo spiraglio giusto risolvendo un batti e ribatti in area. Il Frosinone si riversa in avanti alla ricerca del pari e, in pieno recupero, al 95’ subisce in contropiede lo 0-2 da Ciaramitaro che insacca a porta vuota.

GROSSETO-SASSUOLO 1-2
Ad un Sassuolo cinico bastano due affondi per sorprendere il Grosseto e staccarlo in classifica. Protagonista del match il giovane calciatore del club emiliano, Poli, fresco di convocazione nell’Under 21 di Casiraghi e autore oggi di una pregevole doppietta. In mezzo alle due reti del Sassuolo il momentaneo pareggio del Grosseto con Bonanni.

LIVORNO-PIACENZA 3-0
Dopo la goleada al Mantova, il Livorno rifila altri tre gol anche al Piacenza e, in un sol colpo, ottiene il 17° risultato utile consecutivo e il primato solitario. I toscani partono con il piede giusto e, dopo soli 3 minuti, trovano il vantaggio con Tavano che fa centro su perfetto assist di Diamanti. Al 26′ arriva anche il raddoppio grazie a un gioiello del fantasista livornese, autore di una partita straripante: Diamanti calcia un corner dalla destra che si insacca direttamente in porta sorprendendo il portiere Cassano. Il Piacenza è al tappeto e al 29′ arriva il definitivo ko con una travolgente azione ancora di Diamanti che pesca Rossini a centro area abile nel battere a rete spiazzando Cassano.

MODENA-PISA 3-3
Nella partita che ha messo di fronte le difese più perforate della serie B è finita con tre gol per parte, cioè con un pareggio che non ha accontentato il Pisa (avanti 3-1 dopo appena 21′) e nemmeno il Modena.Il Pisa parte forte e passa già al 2’ con un colpo di testa in tuffo di Greco su cross dalla destra di D’Anna. Il Modena accusa il colpo e subisce il raddoppio al 14’ da Alvarez. Solo a questo punto i canarini si svegliano e accorciano subito (16’) le distanze con un colpo di testa di Longo su azione d’angolo. Neanche 4’ e Greco sigla l’1-3 con una bella punizione a giro da 25 metri. Il Modena non si abbatte e, al 42’, riapre i conti con una strepitosa azione personale di Catellani. La squadra emiliana insiste e, al 78’, agguanta il 3-3 con Bruno che scavalca con un pallonetto Morello in uscita.

TRIESTINA-ASCOLI 1-2
Secondo successo consecutivo per l’Ascoli che, grazie a un inizio di gara strepitoso, si regala tre preziosi punti salvezza sull’erba del Rocco, mentre la Triestina, a sua volta al secondo scivolone interno di fila, vede allontanarsi la zona play-off. Decisive le reti dei marchigiani Belingheri e Bellusci nei primi 13 minuti di gioco, che hanno reso inutile l’acuto locale di Allegretti a metà ripresa, dopo aver sfiorato più volte l’opportunità per chiudere definitivamente l’incontro con la terza rete.

VICENZA-MANTOVA 1-0
Un gol di Raimondi su invenzione di Sgrigna regala al Vicenza un prezioso successo che la rilancia nella corsa playoff e mette nei guai il tecnico del Mantova Costacurta, la cui panchina è sempre più in bilico. Alla fine ha prevalso la caparbietà e la maggior voglia di vincere dei veneti che hanno giocato per quasi un tempo intero in inferiorità numerica ma hanno concesso pochissime chances agli ospiti.