23/11/2017

Brescia-Bari per la A. Spettacolo assicurato in Grosseto-Sassuolo

febbraio 6, 2009 di  
Inserito in Serie B

sonetti

Il Brescia di Sonetti prova a fermare
la corsa del Bari

Posta in palio altissima al “Rigamonti” per la 24esima di B. Il Bari capolista potrebbe ulteriormente alimentare la propria fuga verso la A espugnando Brescia -attualmente terzo in classifica- e allungando la serie record di vittorie a sette. Per le rondinelle, invece, è l’occasione giusta per riscattare alla grande l’inusitato ko di Treviso e riavvicinare la vetta. Qualsiasi risultato ne scaturirà favorirà il Livorno di Acori che non dovrebbe aver difficoltà a sbarazzarsi del Piacenza dopo il pokerissimo rifilato nel posticipo al Mantova. Spettacolo assicurato in GrossetoSassuolo, le due sorprese più belle nonchè gli attacchi più prolifici del torneo. I maremmani non perdono un colpo in casa (un solo ko sinora), ma i neroverdi sono un cliente decisamente ostico.

Trasferte insidiose per Parma e Empoli. I ducali, alle prese con il caso Lucarelli, affrontano nell’anticipo una delle compagini più temibili tra le mura casalinghe, l’Ancona. Non sarà facile nemmeno per i toscani contro l’Albinoleffe reduce da due convincenti successi. Alla ricerca del riscatto Vicenza e Mantova. Se per i berici l’ultimo ko può essere considerato un incidente di percorso, la scoppola patita lunedì scorsa col Livorno ha lasciato il segno in casa virgiliana (il tecnico Costacurta ha infatti dichiarato di aver pensato alle dimissioni dopo la sconfitta).
Scontro salvezza tra Frosinone e Salernitana con i campani a caccia del primo successo del Castori bis. Il posticipo di lunedì CittadellaAvellino, invece, può essere addirittura considerato uno spareggio. Anche il Modena cerca punti pesanti: i gialloblù emiliani attendono la visita di un Pisa in calo di rendimento nelle ultime uscite.
Turno casalingo per il Rimini che vuole rimanere a ridosso delle primissime posizioni. La formazione biancorossa romagnola riceve il Treviso che vuole uscire in fretta dalla zona pericolosa della classifica. La Triestina viaggia nei piani alti ed è decisa rimanere a ridosso delle prime posizioni. La squadra alabardata torna a giocare allo stadio “Rocco” con avversario l’Ascoli di Franco Colomba.