21/10/2017

Torres batte il Chelsea. E’ il Liverpool l’anti United

febbraio 3, 2009 di  
Inserito in Premier League

Torres schianta il Chelsea
copyright flickr.com

Liverpool-Chelsea 2-0. Con due reti nel finale della stella Fernando Torres, il Liverpool batte il Chelsea e si candida come rivale principale per la capolista Manchester United. Tra Reds e Blues è stata una gara sostanzialmente equilibrata, con un primo tempo avaro di emozioni. Nella ripresa pesa tantissimo per il Chelsea l’espulsione diretta di Frank Lampard al 60′ per un fallaccio su Xabi Alonso a centrocampo. Dopo il rosso, il Liverpool aumenta la pressione e prima colpisce una traversa con Alonso sugli sviluppi di un calcio d’angolo e poi si rende pericoloso con Torres e Benayoun, alla conclusione per due volte a testa: l’imprecisione e Cech rendono però vani i tentativi. La porta del Chelsea sembra stregata, ma l’incantesimo finisce all’89’, quando Fernando Torres devia in rete di testa un cross dalla sinistra di Aurelio. Nel recupero, ancora Torres arrotonda a porta vuota un assist di Benayoun. I Reds trovano così un’importante vittoria e rimangono sulla scia del MAnchester United. Il Chelsea è comunque rimasto in partita, sino all’espulsione di Lampard; il Chelsea ha comunque dato l’impressione di avere qualcosa in meno rispetto alle prime due della classe e quel qualcosa non verrà riempito di certo dall’arrivo di Quaresma.

Manchester United-Everton 1-0. Tanta fatica, ma alla fine arrivano i tre punti per i Red Devils. Manca lo spettacolo e l’Everton è bravissimo nell’imbrigliare i talentuosi attaccanti di casa. Decide un calcio di rigore trasformato da Cristiano Ronaldo sul finire del primo tempo. Applausi comunque per il coriaceo Everton, una delle formazioni migliori della stagione.

Aston Villa-Wigan 0-0. Aggancio al terzo posto per i Villans che non riescono a vincere, pur giocando bene contro il Wigan. La sorpresa più bella della stagione stecca tra le mura amiche l’opportunità di superare il Chelsea in classifica, ma va bene così: l’Arsenal è ancora dietro a 5 punti.

Arsenal-West Ham 0-0. Pareggio a reti bianche nel derby londinese tra Gunners e Hammers. In attesa di schierare il neo acquisto Arshavin, i ragazzi di Wenger non vanno oltre il pari contro il rigenerato West Ham di Zola. Occasione sprecata per l’Arsenal per ridurre lo svantaggio sull’Aston Villa, nella lotta al quarto posto e tegola per l’infortunio di Diaby.

Fulham-Portsmouth 3-1. Crisi per il Portsmouth che non sa più vincere. Anche contro il Fulham, i Potters subiscono le iniziative avversarie, che si portano subito in vantaggio con Johnson al 14′. Nella ripresa la doppietta di Nevland chiude i conti. A nulla serve la rete della bandiera di Nugent all’84’.

beattie
Beattie castiga il City
copyright flickr.com

Stoke City-Manchester City 1-0. I soldi non fanno la felicità. A quanto pare, i soldi non fanno nemmeno le vittorie. Il City spende e spande in lungo e in largo corteggiando grandi campioni e presentando nuovi acquisti, ma non riesce ad aver ragione dello Stoke City, duro e puro. Decide Beattie al 45′ e questa sconfitta è un ottimo biglietto da visita per chi si riempie la pancia di soldi. I grandi campioni bisogna o crescerli, o offrire garanzie diverse dal semplice mare di denaro.

Hull City-W.B.A. 2-2. Bel pari tra Hull e Albions. Vantaggio dei locali sullo scadere del primo tempo con il difensore Mendy. Pareggio di Simpson al 53′ e nuovo vantaggio per l’Hull City ad opera di Fagan. Il definitivo 2-2 si è materializzato al 73′, con la rete di Brunt.

Bolton-Tottenham 3-2. Si scatena nella ripresa Darren Bent, minacciato dal ritorno di Robbie Keane, ma non serve agli Spurs per evitare la sconfitta. In vantaggio il Bolton nel primo tempo con Puygrenier, i padroni di casa trovano il raddoppio nella ripresa con il solito Davies. Una doppietta di Bent in pochi minuti (73′ e 75′) impatta il match. La doccia fredda per il Tottenham arriva però all’87’ ancora con Davies. Redknapp dovrà lavorare sulla concentrazione: troppe le reti subìte negli ultimi minuti dagli Spurs.

Middlesbrough-Blackburn 0-0. Due squadre bisognose di punti, si spartiscono un punto che non serve a nessuno. Sia i Rovers che i Boro sono più che pericolanti: la paura continua.