24/11/2017

English market da suspence. Arshavin all’Arsenal, Keane figliol prodigo

febbraio 3, 2009 di  
Inserito in Calciomercato news, Premier League

arshavin

Telenovela a lieto fine: Arshavin approda all’Arsenal
afp photo/copyright flickr.com

Londra– Alla fine la telenovela si è conclusa positivamente: Andrei Arshavin è un giocatore dell’Arsenal. La fumata bianca è arrivata in extremis, dopo una trattativa lunga, estenuante e a tratti paradossale. Dopo un lungo tira e molla fra i Gunners e la squadra della Gazprom (lo Zenit), poco prima delle ore 17, ora della chiusura ufficiale della sessione invernale di mercato, il talento della nazionale russa ha firmato un contratto di tre anni e mezzo da poco più di cinque milioni di euro. Indosserà la maglia numero 13. Costo dell’operazione -il pomo della discordia fino alla firma- 16,5 milioni di euro, di cui 2,5 sborsati dal giocatore stesso per liberarsi dal ‘giogo’ russo.

Non solo Arshavin– Ma il mercato d’Oltremanica non ha riservato solo l’affare Arshavin, bensì una serie di colpi clamorosi ed interessanti. Nonostante i rumors provenienti dal “White Hart Lane”, casa del Tottenham di Henry Redknapp, Quaresma a sorpresissima si trasferisce al Chelsea di Scolari, che effettua un vero e proprio blitz e porta il calciatore portoghese, per cui l’Inter ha sborsato in estate 27 milioni di euro, a “Stamford Bridge” in prestito fino a fine stagione.
Altro clamoroso trasferimento concretizzatosi nella giornata di oggi è il ritorno di Robbie Keane al Tottenham per 9 milioni circa. Il bomber irlandese, che conta 19 presenze e 5 reti con la maglia Reds, ritorna a Londra in prestito, dopo che in estate la squadra di Benitez aveva speso 20 milioni di euro per assicurarsi le sue prestazioni.  Minusvalenza clamorosa, dunque, per i Reds che hanno letteralmente cacciato l’attaccante. Sempre in casa Spurs, salta il trasferimento di Giovani Dos Santos al Portsmouth, a causa dei dubbi sulla tenuta fisica del calciatore messicano ex Barça espressi dal tecnico dei Pompeys Adams. Che però batte un colpo con una doppietta greca: dall’AEK Atene arriva il capitano della Grecia campione d’Europa 2004 Angelos Basinas e dal Bayer Leverkusen l’attaccante Gekas.
Due cessioni e due arrivi in casa Manchester City, che ha tentato in tutti i modi di accaparrarsi le prestazioni di Kakà. Lasciano i Citizens, almeno a titolo temporaneo, l’attaccante brasiliano ex CSKA Mosca Jo, passato all’Everton, e il difensore israeliano Tal Ben Haim, che si trasferisce a Sunderland. Dopo i colpi milionari Bellamy e De Jong, i Citizens trovano un portiere affidabile, il numero uno irlandese Shay Given. Altro arrivo dal campionato italiano e ancora una volta dall’Inter: al Fulham, alla corte di Roy Hodgson, sbarca Olivier Dacourt, che ritorna in Inghilterra dopo l’esperienza di Leeds.
Il senegalese Henry Camara cercherà di rimpinguare le speranze salvezza dello Stoke City, che troverà un’avversario in più sulla sua strada: Juan Carlos Mesenguez, nuovo attaccante esterno del West Bromwich Albion, proveniente dal San Lorenzo. Scambio sull’asse NewcastleWigan: ai Magpies va il difensore Taylor, ai Latics l’esterno francese N’Zogbia. Infine, colpo Diouf per il Blackburn. Al Sunderland vanno circa due milioni di sterline.