24/11/2017

Cagliari sorprendente, il Napoli si ferma in casa

febbraio 1, 2009 di  
Inserito in Cagliari, Juventus, Napoli, Serie A, Udinese

matri

Matri stende la Juve

TORINO– Il Cagliari che non ti aspetti, che parte malissimo ad agosto rimanendo fanalino di coda per diverse settimane, è la squadra di serie A che ha collezionato più punti dal primo gennaio ad oggi. Sarebbe in vetta in una classifica virtuale. Rivelazione, insieme al Genoa, non solo per i risultati ma soprattutto per il gioco che produce. Ieri Allegri ha battutto Ranieri su tutti i fronti. Il Cagliari si è presentato a testa alta e senza paura all’Olimpico, piazziandosi perfettamente in campo, sfruttando la disastrosa difesa alta bianconera e sfruttando a pieno gli inserimenti repentini sugli esterni.

FACCIA A FACCIA– Allegri si presenta con un assetto votato all’attacco, con 2 trequartisti e una punta, Jeda, Cossu e Acquafresca. E passa al 16′ con un colpo di testa di Biondini– ottima la sua prestazione. La Juve però non sta a guardare e dopo aver prodotto parecchio in avanti trova il pareggio con Sissoko sullo sviluppo di un corner battuto da Del Piero– capitano sottotono per tutta la gara. Intanto al 20′ Zanetti esce per uno stiramento, ennesimo infortunio per lo sfortunato centrocampista. Al suo posto Marchisio. La rete porta fiducia ai bianconeri che trovano il vantaggio con un destro potente di Nedved.

BOTTA E RISPOSTA– La ripresa è quasi solo Cagliari, che capisce dove colpire i piemontesi: difesa altissima e contropiede sardo pulito e micidiale. Arriva così il pareggio di Jeda, dopo una calvacata di Cossu sulla sinistra. Esce anche Chiellini per il solito problema muscolare. Ma alla Juve manca un regista che detti i tempi, e senza geometrie cala vistosamente. Non riesce a contenere i raddoppi cagliaritani sugli esterni e deve arrendersi alla maggior lucidità degli avversari. Ci si mette anche un Amauri che compensa la sua vocazione al sacrificio con una poca incisività.  E come se non bastasse la squadra di Ranieri continua  con la  retroguardia altissima, e viene punita ancora con un’azione fotocopia del secondo gol: contropiede dalla sinistra, tocco di Jeda per Matri che scavalca Buffon. E’ il meritato vantaggio cagliaritano. Quarta vittoria consecutiva per i ragazzi di Allegri, secondo stop invece per la Juventus.

NAPOLI– Finisce 2-2 invece la sfida tra il Napoli e l’Udinese. Succede tutto nel primo tempo. La squadra di Reja trova il vantaggio con Lavezzi servito da Denis– rete contesta per un presunto fallo dello stesso Denis. E i partenopei raddoppiano con un colpo di testa di Hamsik . Sembrerebbe partita chiusa, ma i friulani non ci stanno. Accorciano le distanze con Di Natale al 32′ su calcio di rigore per un fallo di Cannavaro e pareggiano con un colpo al volo di Quagliarella, una delizia assoluta. La ripresa vede due squadre meno tese, che si affacciano vicendevolmente nell’aria avversaria. Ma non succede altro, si chiude sul 2-2.