20/11/2017

Al via la Copa Libertadores 2009. Tre debuttanti assolute

gennaio 29, 2009 di  
Inserito in Copa Libertadores 2010

copalibertadores

Parte la caccia alla “Copa”

E’ partita ufficialmente l’edizione 2009 della copa Libertadores, la Champions League di Sudamerica. La competizione riparte, come da regolamento, dal turno preliminare che vede impegnate 12 squadre a caccia degli ultimi sei posti disponibili. Le vincitrici di questi incontri ad eliminazione diretta andranno a sostituire le X presenti negli otto gironi da quattro squadre ciascuno già sorteggiati. Nel lotto delle compagini che devono superare questo fastidioso scoglio troviamo club blasonati come gli uruguaiani del Peñarol (cinque volte campioni del Sudamerica), gli ultimi finalisti di copa Sudamericana dell’Estudiantes La Plata capitanati da Veron e i brasiliani del Palmeiras. Per gli uruguagi, però, i fasti sono lontani più che mai. La batosta patita a Medellin contro l’Independiente (0-4 con tripletta di Jackson Martinez) lascia ben poche speranze in vista del ritorno. Ko anche i messicani del Pachuca -quarti nel Mondiale per Club di dicembre- a domicilio dell’Universidad de Chile (1-0). Le altre giocheranno stanotte.

Ci sarà spazio per un’altra sorpresa stile LDU Quito? Vedremo. Per i campioni in carica sarà durissima ripetersi, soprattutto dopo aver perso i suoi gioielli, tra cui Guerron, finito in Europa. Il loro girone, per altro, è di ferro. Oltre agli insidiosi cileni del Colo Colo, se la vedranno con i brasiliani dello Sport e -preliminare permettendo- con il Palmeiras di Luxemburgo. Le favorite di turno sono le solite. In pole i tre volte campioni brasiliani del San Paolo e i plurititolati del Boca guidati dal talento di Riquelme, ma occhio anche a San Lorenzo, Gremio, Lanus e al Defensor Sporting, capace di vincere il titolo uruguaiano dopo 18 anni d’astinenza. Grandi assenti il Fluminense, che ha visto sfumare l’ultima coppa ai rigori, e i vincitori della Sudamericana dell’Internacional. Tante le debuttanti assolute: i boliviani dell’Universitario de Sucre, i messicani del San Luis e il Boyacá Chicó dei miracoli. Il club del più alto capoluogo colombiano è stato capace di vincere il suo primo titolo nazionale appena sei anni dopo la sua fondazione. Una bella storia in un paese martoriato da faide e guerre interne. Perchè in fondo al di là dell’Oceano il ‘futebol’ è uno dei pochi momenti di gioia e spensieratezza per milioni di persone.

Solocalcio seguirà per voi passo dopo passo tutte le fasi di questa emozionante competizione. Proprio per questo ha pubblicato oggi il calendario copa Libertadores dove troverete classifiche e risultati sempre aggiornati