23/08/2017

Barreto schianta la Triestina. Il Bari da export vola in testa

gennaio 23, 2009 di  
Inserito in Bari, Serie B

barretobari

Super Barreto stende la Triestina

Trieste– E’ un Bari da export. E’ un Bari da A. La formazione di Conte centra il terzo blitz esterno consecutivo (nonchè quinta vittoria di fila) sul difficilissimo campo di Trieste e vola momentaneamente in vetta alla classifica. Mattatore di serata Barreto, rebus irrisolvibile per la difesa alabardata. La sua doppietta castiga una buona Triestina e spedisce in paradiso i galletti.

Vantaggio meritato– I neoacquisti Lanzafame e Kutuzov si accomodano in panchina, Conte s’affida agli attaccanti di ‘fiducia’ Barreto e Caputo con Kamata e Rivas larghi. Maran, invece, schiera Granoche a sostegno di Della Rocca. Dopo una prima fase di studio il Bari prende il sopravvento. Con tocchi brevi e rapidi i galletti si avvicinano sempre più pericolosamente alla porta difesa da Agazzi. I problemi maggiori per i padroni di casa vengono dalla sinistra, dove un indiavolato Kamata inventa per i compagni. Dopo un paio di occasioni mal sfruttate, a fine frazione arriva il meritato vantaggio ospite. Barreto, al termine di un lungo batti e ribatti in area giuliana, mette a sedere mezza difesa con una gran finta e appoggia in rete.

Incontenibile Barreto– Il thè dell’intervallo rinvigorisce la Triestina che inizia la ripresa con un altro piglio. Granoche ci prova subito ma viene rimpallato da Stellini (52′), Testini recapita un paio di bei cross in area che la difesa pugliese sbroglia con affanno. Il pari è nell’aria e arriva puntuale al 64′. Parisi stende Minelli in area e il Diablo Granoche trasforma dagli undici metri. La gioia locale dura però poco, perchè la formazione di Conte ha la forza di rimettere subito la testa avanti. Merito ancora di un incontenibile Barreto. Il brasiliano sfodera ancora un dribbling dei  suoi  e castiga per la seconda volta l’estremo alabardato (70′). 11° centro in campionato per lui. Maran tenta il tutto per tutto con un paio di cambi, ma il forcing dei suoi,  escluso un sinistro insidioso di Testini, è improduttivo. Il Bari, invece, può distendersi e far male in contropiede con Barreto che costringe due volte Agazzi al miracolo e centra il palo con un tiro cross. Ma può bastare così, la doppietta del brasiliano trascina di forza i pugliesi in vetta alla classifica.