18/08/2017

Il 2009 inizia con i blitz di Novara e Spal. Il Gallipoli rinforza il primato

gennaio 12, 2009 di  
Inserito in Lega Pro

Anno nuovo, vita vecchia. Le protagoniste della Prima divisione di Lega Pro, in attesa del posticipo della Pro Patria, sono sempre le stesse. A nord Spal e Novara continuano la loro caccia ai bustocchi, a sud il Gallipoli rinforza il primato lanciando la fuga. Ma andiamo a vedere quanto è successo nella 18° giornata, primo atto del 2009.

ghetti

Ghetti-gol, Spal
all’inseguimento del primato

Girone A– Concretezza e cinismo. Con queste armi le inseguitrici della Pro Patria si son avvicinate alla vetta in attesa del posticipo. Novara e Spal non hanno dato spettacolo (in un turno contraddistinto dalla scarsezza di marcature, soltanto 11 in 8 incontri), ma hanno messo a segno due blitz fondamentali sui campi di San Benedetto e Monza. I piemontesi son passati grazie ad un guizzo del loro bomber Bertani, i ferraresi hanno reso amaro il debutto di Sonzogno sulla panchina brianzola vincendo in rimonta. Decisiva l’inzuccata su corner di Ghetti -solo centri pesanti per il difensore dopo quello con il Novara- la vetta è momentaneamente a -1.
Un’altra capocciata su calcio da fermo ha deciso il derby d’alta classifica tra Reggiana e Cesena. Stefani ha regalato vittoria e sorpasso agli emiliani -ora quarti- ma i bianconeri possono recriminare contro la sfortuna che gli ha negato un pari (perlomeno) sacrosanto e ha interrotto la striscia positiva di quattro vittorie consecutive del 2008.
Iniziano l’anno come avevano chiuso il precedente Padova e Cremonese, ossia deludendo. I patavini si fanno bloccare in casa dal Legnano, i grigiorossi dalla Pro Sesto. La zona play-off rimane per ora interdetta. Niente salto in classifica anche per il Verona che non va oltre lo 0-0 col Lumezzane.
Bene il Ravenna (1-0 al Pergocrema con sigillo di Zecchin), vittoria vitale e storica -che vendica il ko dell’andata- per il Portogruaro nel derby della Laguna su un Venezia sempre più alla deriva.

digennaro

Di Gennaro lancia la fuga
del Gallipoli capolista

Girone B– Doppio Di Gennaro lancia la fuga del Gallipoli. Dopo qualche patimento di troppo, la capolista archivia la pratica Pistoiese nel primo tempo con una doppietta del suo fantasista. Troppo sciuponi gli arancioni che potevano ottenere molto di più da un match apparentemente impossibile: la classifica piange sempre più. La formazione guidata dal Principe spicca il volo in virtù del pari nel big match CaveseArezzo. Gara bellissima e combattuta che conferma il valore delle due compagini. Un pò di rammarico per i toscani che vengono raggiunti due volte -l’ultima all’87’ da Aquino– anche se il 2-2 è meritatissimo, vista la prova monstre dell’estremo Paoletti.
Questo risultato fa comodo al Benevento che aggancia il secondo posto; il terzino Colombini regola un ottimo Perugia. Seconda piazza condivisa anche dal Crotone, autore di un importantissimo blitz all’Adriatico di Pescara. Decisivo al 25′ Russo.
Frena ancora, invece, il Foggia che non va oltre lo 0-0 sul campo del fanalino di coda Potenza. La zona play-off si allontana. Pari a reti bianche anche tra Real Marcianise e Ternana.
In zona salvezza, roboanti e pesanti affermazioni per Foligno e Juve Stabia. I campani certificano la crisi del Taranto con un netto 3-1, gli umbri riprendono il discorso con la vittoria con un tris dopo un’astinenza lunga 3 mesi e mezzi (l’ultimo hurrà risaliva al 21 settembre scorso). Infine, va al Sorrento lo scontro di metà classifica con il Lanciano.