25/09/2017

Livorno vola solo in vetta. Il Bari lo insegue. Ok Ascoli e Avellino

gennaio 11, 2009 di  
Inserito in Serie B

pulzetti

Pulzetti lancia la fuga livornese

ROMA –  Colpaccio esterno del Livorno che, in attesa di poter recuperare Sassuolo-Brescia,  espugna il campo dell’Albinoleffe e porta via tre punti che valgono il primato in graduatoria. Dietro i toscani si piazza il Bari di Antonio Conte che ringrazia ancora una volta il bomber Barreto (nove gol). Vicenza e Parma, impegnate nel match-clou della giornata allo stadio “Menti”, non vanno oltre il pareggio. La Triestina prosegue la serie positiva allo stadio “Rocco” e infligge all’Empoli la sconfitta per 2-1. Risale il Grosseto che supera 2-1 in rimonta  l’Ancona mentre il Mantova non va oltre lo 0-0 contro il Piacenza. In coda ottengono 3 punti pesantissimi Avellino ed Ascoli che battono, negli scontri diretti, Modena e Treviso. Infine il Frosinone resiste (0-0) al Cittadella. Chiuderà il programma il posticipo Pisa-Rimini.

ALBINOLEFFE-LIVORNO 0-1
Colpo grosso della capolista Livorno, che espugna il campo dell’Albinoleffe grazie a una rete di Pulzetti nella ripresa e vola in testa da sola. Per i granata si tratta del 13/o risultato utile consecutivo. Dopo un primo tempo equilibrato, il Livorno approfitta della prima vera palla-gol della ripresa per passare: al 64′ Danilevicius fa da torre per l’accorrente Pulzetti che, di destro al volo, batte da pochi passi Coser.

ASCOLI-TREVISO 1-0
La terza vittoria consecutiva dell’Ascoli targato Colomba ferma un Treviso arrivato al “Del Duca” dopo otto risultati utili consecutivi. Un successo che per l’Ascoli arriva solo all’87’ quando Gaeta di testa infila il pallone sotto la traversa.

AVELLINO-MODENA 4-3
L’Avellino reagisce sul campo alla penalizzazione di 4 punti che ieri l’ha riportato all’ultimo posto in classifica. Gli irpini sbloccano la gara dopo appena 6′ con Koman. Al 18’ il raddoppio da azione d’angolo con  De Zerbi che sigla di testa il 2-0. Il Modena reagisce e al 32′ riduce le distanze con un colpo di testa ravvicinato di Catellani. Passano 12′ e l’Avellino all’unga nuovamente le distanze con una punizione di uno scatenato De Zerbi. La reazione emiliana è veemente e nelle ripresa addirittura pareggia: al 51′ accorcia Biabiany, poi al 65′ è Longo a siglare il momentaneo 3-3. L’Avellino non si demoralizza e 4’ dopo si riporta in vantaggio con il neo-acquisto Sforzini, lesto a ribadire in rete una corta respinta di Castelli su tiro da fuori di Koman.

barreto

Ancora Barreto, Bari secondo

BARI-SALERNITANA 1-0
Una vittoria sofferta consente al Bari, in 10 uomini per mezz’ora, di conquistare tre punti che valgono il secondo posto in perfetta solitudine. A stendere la Salernitana, decimata dalle assenze, è stata una prodezza su punizione di Barreto alla nona marcatura in 15 partite. In pieno recupero De Vezze, lanciato solo verso la porta, manca clamorosamente il raddoppio.

CITTADELLA-FROSINONE 0-0
Il Cittadella fallisce il sorpasso ai danni del Frosinone non andando oltre lo 0-0 nello scontro diretto. Gara senza sussulti al Tombolato tra due formazioni che hanno badato, soprattutto, a non farsi del male.

GROSSETO-ANCONA 2-1
Dopo 4 giornate senza vittoria il Grosseto ritrova il successo e si rilancia in classifica. Il 2-1 finale sull’Ancona premia una squadra che, soprattutto nella seconda frazione di gioco, ha saputo ritrovare grinta e idee. La gara, però, inizia in salita e sono i marchigiani a passare in vantaggio dopo 12′, con una girata al volo di Turati che sfrutta al meglio un corner dalla destra. La reazione degli uomini di Acori arriva nella ripresa. Al 57′ sono i nuovi acquisti Bonanni e Pellicori a confezionare il pari: cross da sinistra dell’ex doriano per il colpo di testa dell’ex avellinese che batte Da Costa. Ancora dal piede di Bonanni nasce il raddoppio: al 59′ l’esterno calcia una punizione dalla sinistra sulla testa di Freddi che chiude le marcature.

MANTOVA-PIACENZA 0-0
Il Mantova si sveglia nei sei minuti finali di recupero, ma non basta e alla fine collezione il quarto pareggio di fila. Contro il Piacenza finisce 0 a 0, con le squadre che abbandonano il campo tra i fischi. Un punto che non serve granchè alla classifica.

SASSUOLO-BRESCIA (Rinviata)
Dopo il rinvio per ghiaccio di ieri sera, l’arbitro Paolo Tagliavento, al termine del sopralluogo in mattinata ha deciso di rinviare la gara nuovamente per impraticabilità del campo a data da destinarsi.

TRIESTINA-EMPOLI 2-0
Niente da fare per l’ex capolista sull’erba gelata del Rocco, dove i padroni di casa si impongono con pieno merito, grazie a un gol per tempo, confermandosi formazione da play-off. Prezioso, per i giuliani, soprattutto l’atteso rientro dell’attaccante uruguaiano Granoche. E’ lui, infatti, a chiudere virtualmente la gara a mezz’ora dalla fine, dopo otto mesi di stop forzato a causa di un grave infortunio. Il vantaggio locale arriva al 29′, con Antonelli che inventa un imparabile sinistro a girare da fuori area. Al 60’ Granoche approfitta di un rimpallo favorevole su un tiro di Testini per battere di destro in diagonale Bassi in uscita.

VICENZA-PARMA 1-1
Il botta e risposta di Reginaldo e Sgrigna nell’arco di 8′ mette la firma sullo scontro diretto tra  il Vicenza e il Parma. Un pari spettacolare per tutti i novanta minuti, tra due squadre che fino alla fine hanno cercato la vittoria. Passano prima i crociati, al 68’ con il brasiliano, lesto a scattare su un lancio di Leon e a scavalcare Fortin con un morbido pallonetto. Il Vicenza, dopo aver sprecato due palle-gol, pareggia, al 76′ con Sgrigna che batte Pavarini  con un preciso sinistro a giro dalla destra.