20/08/2017

Guai grossi per Gerrard. Rischia 5 anni di carcere

dicembre 30, 2008 di  
Inserito in Calcio news, Premier League

gerrardtestabassa

Gerrard china significativamente il capo
galeria futbolera/copyright flickr.com

Liverpool– E’ finito decisamente male il 2008 di Steven Gerrard. I successi sportivi con il suo Liverpool capolista in Premier e la personale doppietta contro il Newcastle nell’ultima roboante vittoria sono stati offuscati dal fattaccio di domenica sera nel locale Lounge Inn di Southport. Il giocatore, come ormai risaputo, è stato coinvolto in una rissa e successivamente arrestato dalla polizia britannica. I successivi sviluppi hanno dipinto uno scenario tutt’altro che confortante per la bandiera dei Reds.

Le accuse– Gerrard, dopo un interrogatorio di alcune ore e due notti in cella, è stato accusato di aggressione e lesioni. Sarebbe stato lui, infatti, a provocare la rissa nel locale a 15 km da Liverpool. Il nazionale inglese, decisamente alticcio, avrebbe acceso la miccia della discussione e successivamente colpito il deejay McGee. Motivo? Il centrocampista del Liverpool non gradiva la musica e, dopo una richiesta di cambiare ‘disco’ (non si sa quanto pacifica, secondo alcune voci avrebbe cercato addirittura di prendere il posto in consolle), si sarebbe scatenato il parapiglia: il deejay ha spintonato il giocatore che ha reagito con una gomitata; un amico del calciatore ha poi completato l’opera con una bottigliata in testa.  McGee ha rimediato un dente rotto e quattro punti in testa, Gerrard è stato arrestato e successivamente rilasciato ma dovrà presentarsi davanti al giudice del tribunale di North Sefton il 23 gennaio prossimo. Rischia fino a 5 anni di carcere. Celerità e trasparenza all’inglese lontana anni luce dal sistema giudiziario nostrano.
Evitando falsi moralismi e giudizi affrettati, dispiace che un campione e leader in campo come Gerrard finisca sulle prime pagine dei tabloid per un simile episodio. La storia (extra) calcistica è già piena di calciatori di successo annegati in problemi legali, alcolici o ancor peggio di droga. I casi dei vari Best, Maradona e Gascoigne -tristemente ‘protagonista’ anche durante queste feste- sono già più che sufficienti.