22/10/2017

Liverpool, cinquina per l’allungo

dicembre 28, 2008 di  
Inserito in Premier League

gerrard

Gerrard e Reds chiudono al meglio il 2008
faeshin/copyright flickr.com

Londra– L’Europa intera è ferma per le festività, ma la Premier League come da tradizione non conosce soste. E come lei il Liverpool che chiude alla grande il 2008 con una roboante cinquina al Newcastle. Un pokerissimo che vale l’allungo sull’inseguitrice Chelsea stoppata nel derby dal Fulham. In attesa dei recuperi dello United (ben tre, il primo si gioca stasera) il vantaggio sulla seconda lievita a tre lunghezze; un chiaro messaggio di come i Reds vogliano spezzare il sortilegio nazionale che dura ormai da 19 anni. Un’eternità.

Capitano, o mio capitano– Senza El Nino, capitan Gerrard trascina ancora di più i suoi, trasformandosi in bomber implacabile. Sua la doppietta con cui si apre e chiude la mattanza del Newcastle al St.James’s Park. In mezzo, a segno Hyypia, Babel e Xabi Alonso, oltre al gol della bandiera di Edgar. Un match mai in discussione che chiude al meglio l’anno solare della formazione di Benitez. Nonostante la scoppola e una classifica deficitaria, buone notizie anche in casa Magpies: il club non è più in vendita, patron Ashley ha fatto dietrofront e rimarrà in sella.

Pari beffa– Se in casa Reds aprono già lo spumante, sulla sponda Blues c’è molta meno voglia di festeggiare. Il 2-2 nel West London derby col Fulham è infatti deludente e allontana la band Scolari dalla vetta. Ora anche il secondo posto è a rischio: se il Manchester vincerà tutti e tre i recuperi lo scavalcherà, portandosi a -1 dal primato. A Craven Cottage sono due i grandi protagonisti, Dempsey da una parte e Lampard dall’altra. Le loro doppiette sanciscono un pari beffa per il Chelsea che sciupa troppe occasioni con i vari Anelka, Joe Cole e lo stesso Lampard e viene raggiunto nel finale.

Le altre– Sorride l’Arsenal vittorioso di misura sul Portsmouth. Il gol di Gallas vale l’intera posta in palio e mantiene (perlomeno) i Gunners a -10 dalla vetta. Seconda vittoria di fila per il West Ham che s’allontana dalla zona calda. Il successo sullo Stoke arriva dopo un episodio controverso. Sull’1-1 Fuller colpisce con uno schiaffo il compagno di squadra Griffin e viene espulso. La superiorità numerica favorisce gli Hammers che colgono il successo con il redivivo (o risorto…?!) Tristan. Benissimo anche l’Everton che, dopo aver frenato il Chelsea, coglie il secondo successo consecutivo. La netta affermazione sul Sunderland lancia la Moyes band in zona Uefa. Male invece il Tottenham che allunga a quattro la serie di partite senza vittorie rimpiombando nella crisi. Il ko in casa del fanalino di coda West Bromwich è di quelli pesanti, e rilancia al contempo i padroni di casa nella lotta salvezza. Bel colpo del Wigan a Bolton, chiude il pari in extremis del City sul campo del Blackburn. Di Sturridge e Robinho le firme di un’insperata rimonta negli ultimi cinque minuti di gioco. La formazione di Hughes, a tratti travolgente e in altri balbettante, si conferma la grande incompiuta del torneo.