23/11/2017

Prima divisione: Pro Patria dieci e lode, il Crotone si rifà sotto

dicembre 22, 2008 di  
Inserito in Lega Pro

Ultima giornata del 2008 nei due gironi della Lega Pro e una situazione che inizia a delinearsi sembre più. Nel girone A il Pro Patria è meritatamente campione d’inverno, con una gara d’anticipo, grazie al successo prestigioso contro il Padova. Nel raggruppamento meridionale da segnalare la vittoria del Crotone nel big match della giornata, contro il Foggia, che rilancia i pitagorici in classifica e i contemporanei stop di Gallipoli e Arezzo.

correa
Doppio Correa
Pro Patria campione d’inverno

Girone A- La Pro Patria conquista il platonico titolo di campione d’inverno, dopo la combattuta sfida contro i biancoscudati del Padova. Solo all’89esimo il gol vittoria di Correa, realizzato su calcio di rigore. In precedenza Di Nardo aveva riagguantato il pari per i suoi, andati sotto su un’altra massima punizione dello stesso Correa. Bustocchi ora a più quattro sulla Spal, a cui le vacanze cadono nel momento giusto, visto le difficoltà delle ultime settimane. Gli emiliani impattano a Crema, contro il Pergocrema di Daniele Fortunato.
In zona play-off si rifà prepotentemente sotto il Cesena che compie la tanto sospirata svolta stagionale. Al “Manuzzi” battuto l’Hellas con un grande cuore, grazie ai gol in rimonta di Motta e Cusaro: ora i punti sono 28, uno in meno della Spal, e per i bianconeri ruolo da protagonisti assicurato. In attesa del posticipo del lunedì fra Novara e Cremonese, la Reggiana raggiunge i piemontesi a quota 27, grazie alla sofferta vittoria con la Sambenedettese: gol decisivo di Ingari.
In zona tranquillità troviamo Pro Sesto e Lumezzane, capaci di due imprese esterne: la squadra biancoblù si è imposta sul campo del disastrato Venezia di Cuoghi, grazie alla doppietta di Maah, mentre i bresciani vincono il derby contro il Monza, con un emozionante 3-2, che li ha visti essere raggiunti per due volte, ma grazie al gol di Pesenti, al 50esimo, riescono ad espugnare il Brianteo, avvicinando i cugini alla zona play-out.
In coda grande vittoria del Portogruaro sul campo del Lecco, una di quelle vittorie che valgono doppio, che proiettano i lagunari a 19 punti, mentre i neroazzurri non riescono a dare continuità al pari di Ferrara e restano malinconicamente ancorati all’ultimo posto. Pari sostanzialmente inutile per Legnano e Ravenna.
Da segnalare il grave fatto di cronaca avvenuto nella serata di domenica: il presidente dell’Hellas Verona, il conte Pietro Arvedi, patron della squadra scaligera, è rimasto gravemente ferito, a causa di un tamponamento che lo ha coinvolto sulla statale A22 del Brennero, mentre stava facendo ritorno nella città veronese, dopo aver seguito la sua squadra a Cesena. Attualmente le condizioni del presidente sono gravi ed il presidente è ricoverato in terapia intensiva nell’ospedale Carlo Poma di Mantova.
Adesso il campionato osserverà la consueta sosta natalizia e la ripresa sarà l’11 di gennaio del 2009. Sfida testa-coda tra Lecco e Pro Patria, mentre la Spal dovrà affrontare la non facile trasferta di Monza. Derby della Laguna fra Portogruaro e Venezia, una sfida in cui ci sono in palio tre punti di platino. Il big match sarà giocato a Reggio Emilia, dove la Reggiana e il Cesena si affronteranno in un sentito derby che ritorna dopo anni di assenza.

crotone
Crotone riavvicina il vertice

Girone B Gallipoli e Arezzo non vanno oltre il pari sui difficile campi di Marcianise e Terni. Gli uomini del presidente Barba però, sfruttano male la grande occasione di allungare: andati sul due a zero con Riccardo e Marzeglia, si fanno riprendere da Innocenti e Tedesco, a soli quattro minuti dall’impresa. Gli amaranto toscani, invece, impattano a Terni: tutti nel primo tempo i gol di Rigoni(su rigore) e Lauria.
Ne approfittano, quindi, il Benevento, il Crotone e la Cavese, che fanno il vuoto dietro loro. Per i sanniti facile vittoria contro il Potenza, con il risultato di 2-0. Per i calabresi ottima vittoria nel big match della giornata contro il Foggia, che spegne i sogni di gloria dei rossoneri: 1-0 il punteggio con la vittoria di Calil e una grande prestazione, nonostante l’emergenza a cui è stato costretto Moriero. Impresa della Cavese a Pescara, che infligge agli adriatici la prima sconfitta stagionale fra le mura amiche: di Bernardo la doppietta che consegna tre punti ai metelliani. Per la società abbruzzese, la settimana si chiude nel peggiore dei modi, anche se al peggio non c’è mai fine: venerdì il Tribunale di Pescara ha dichiarato fallita la società biancoazzurra, mettendo fine ad una gloriosa storia iniziata nel 1936 e costellata da cinque anni in serie A e ben 30 presenze in serie B.
Bella vittoria dell’anonimo Perugia di questa stagione: 2-0 sul campo del Lanciano, grazie alla doppietta di De Giorgio. In coda grande vittoria della Pistoiese contro il Foligno, in casa dei marchigiani, grazie all’autorete di Friuzzi e al gol di Cipolla: gli arancioni agganciano proprio i biancoblù a 14 punti e respirano un pò. Reti inviolate nell’altra gara tra pericolanti, Taranto-Sorrento.
Nel prossimo turno dopo la sosta natalizia, appetitoso Cavese-Arezzo tutto da seguire, mentre il Gallipoli farà visita alla Pistoiese, nel tentativo di conquistare il titolo di campione d’inverno, mentre il Perugia può imprimere una decisa svolta al campionato se riuscirà a battere il Benevento al “Santa Colomba”.