23/11/2017

Il Boca schianta il San Lorenzo e si avvicina al titolo

dicembre 22, 2008 di  
Inserito in Apertura / Clausura argentino

rodrigopalacio

Palacio manda ko il Ciclon
copyright flickr.com

Buenos Aires– Appassionante e combattuto come non mai, l’Apertura 2008 vivrà col fiato sospeso fino all’ultimo atto. Il Boca Juniors trionfa infatti nel secondo atto del triangolare valido per il titolo vanificando il primo successo del San Lorenzo. Agli xeneizes basterà un pari nell’ultima sfida con il Tigre per certificare la sua superiorità e aggiudicarsi il 23° titolo nazionale a distanza di due anni e mezzo dall’ultimo successo. Ma le sorprese e i colpi di scena son sempre dietro l’angolo, quest’anno come non mai: un successo con due reti di scarto consegnerebbe l’alloro all’undici di Cagna tornato a sperare dopo il ko del Ciclon.

Asso Palacio– Nel pieno rispetto di quanto successo in questo torneo, succede di tutto e di più anche nel secondo dei tre spareggi per il titolo. Gli xeneizes partono fortissimo e prendono il sopravvento sui rivali. La logica conseguenza è il vantaggio firmato Viatri abile nello staccare di testa su corner di Riquelme. Ci pensa però il numero uno del Boca Javier Garcia a rovinare tutto con la clamorosa topica che spiana la via del pari a Solari. Ischia decide allora di calare la carta Rodrigo Palacio per l’evanescente Figueroa. L’ex Banfield si rivela il classico asso nella manica. E’ lui, infatti, a finalizzare la splendida azione corale avviata dalla fuga di Datolo e proseguita dall’assist millimetrico di Riquelme.

Un punto alla meta– Al San Lorenzo, stanco per il doppio impegno ravvicinato e innervosito dal nuovo vantaggio xeneize, saltano i nervi. Bergessio e Aguirre vengono espulsi e lasciano campo al Boca che può timbrare il tris con Chavez. Un gol pesantissimo per la differenza reti, dato che il Ciclon aveva battuto il Tigre 2-1. La formazione di Russo dice così addio ai sogni di gloria dopo aver pregustato il successo, mentre il Boca dovrà -senza il suo faro Riquelme- frenare l’impeto del Tigre. A domani per l’ultimo capitolo di questo epilogo mozzafiato.