24/09/2017

Primo round al San Lorenzo. E sabato è già match point

dicembre 18, 2008 di  
Inserito in Apertura / Clausura argentino

barrientos

Gol e assist per Barrientos
copyright flickr.com

Buenos Aires– Primo round al San Lorenzo. La formazione di Miguel Angel Russo stende per “ko tecnico” il Tigre nel primo match valido per il triangolare che assegnerà il titolo dell’Apertura 2008. Ko tecnico perchè, almeno per un tempo, non c’è stata storia: il Ciclon è tornato a rispettare la sua nomea e ha fatto di un sol boccone la truppa di Cagna. E così sabato è già match point. Se la ritrovata verve avrà la meglio anche sul Boca, il San Lorenzo diventerà campione di questo infinito ed emozionante campionato.

Senza storia– E’ subito palese che, rispetto alla partita di campionato vinta dal Tigre al “Nuevo Gasometro” di Buenos Aires, il copione sia ben altro. Il “quadrato magico” stile “brasil” schierato da Russo -Solari e Barrientos dietro a Bergessio e Silvera- funziona a meraviglia, anche perchè alle loro spalle Ledesma e Chaco Torres macinano chilometri. La pressione del Ciclon è asfissiante, mentre la sorpresa del torneo pare aver perso il suo slancio ed entusiasmo. L’attesissimo Martin Morel, uno dei giocatori più brillanti dell’Apertura, pare nascondersi, Chino Luna non è più il brillante rifinitore ammirato nelle ultime settimane, ma soprattutto il portiere Islas vive la sua peggior serata. Il suo pasticcio sul cross di Solari al 18′ apre infatti un’autostrada per il gol a Barrientos che non disdegna, in pieno clima natalizio, il gentile cadeau. E’ solo l’inizio dei guai per il Matador, perchè due minuti dopo l’ex Fc Mosca si trasforma da bomber in assist man per Bergessio. 2-0, Tigre alle corde. Ma non finisce qui. Il numero uno vanifica il tentativo di rimonta avviato dal neoentrato Lazzaro con la manata a Barrientos. Rosso diretto che chiude la contesa e gli farà saltare il match col Boca.

E ora il Boca– Cala dunque il sipario sulla formidabile band Cagna. Con tanto di applausi per l’imprevedibile ed esaltante cavalcata. Rimane soltanto uno spiraglio: tifare Boca sabato e vincere contro gli xeneizes con il maggior scarto possibile. Impresa difficile per quanto visto ieri. Il San Lorenzo, invece, ha il destino nelle proprie mani. In caso di vittoria sarà già campione sabato rendendo inutile l’ultimo spareggio. Lo smalto è quello d’inizio stagione, ma la stanchezza derivante da match così importanti e ravvicinati -già affiorata nel secondo tempo col Tigre- potrebbe favorire notevolmente Riquelme & co. Anche se val sempre la pena raddoppiare gli sforzi quando il traguardo è così vicino.

TRIANGOLARE PER IL TITOLO

Tigre-San Lorenzo 1-2  18′ Barrientos, 20′ Bergessio; 76′ Lazzaro
Sabato 20 San Lorenzo-Boca Juniors
Martedì 23 Boca Juniors-Tigre

Classifica: San Lorenzo 3; Boca Juniors e Tigre 0