17/08/2017

Spal bloccata in casa, Pro Patria torna prima. Gallipoli-Arezzo è fuga.

dicembre 15, 2008 di  
Inserito in Lega Pro

Sedicesima giornata con tante novità nei due gironi della Lega Pro. Gli scossoni più importanti nel girone settentrionale, dove la Pro Patria è in testa solitaria dopo il netto successo contro la Sambenedettese e il contemporaneo stop casalingo della Spal contro il fanalino di coda Lecco. Nel girone B, tutto secondo pronostico, con il Gallipoli e l’Arezzo che compiono il loro dovere e battono agevolmente la Paganese e il Lanciano; così facendo, si allontanano dal gruppetto di inseguitrici e propongono la prima fuga stagionale.

toledo

Toledo riconsegna la vetta ai bustocchi
sportravenna.it

Girone A- Clamoroso ma meritato lo stop casalingo inflitto dal Lecco alla Spal. Contro la formazione lombarda reduce da quattro sconfitte consecutive e fanalino di coda solitario, gli estensi hanno giocato una partita incolore, subendo il gol ospite a dodici minuti dal fischio finale, ad opera di Montalto. Situazione opposta quella della Pro Patria, che già dopo dodici minuti di gioco chiude la pratica delle “Riviere delle palme” contro la pericolante Samb: mattatore dell’incontro Toledo, autore di una doppietta, e gol finale del difensore Melara.
In attesa del grande posticipo Padova-Reggiana, che potrebbe regalare ai biancoscudati, in caso di successo, il secondo posto con i biancocelesti di Ferrara, si fanno sotto il Novara e il Cesena, autrici di due ottimi successi esterni in due campi davvero ostici. Per i piemontesi bella vittoria a Lumezzane, grazie al rigore di Gallo al 6oesimo minuto, che li proietta a ventisette punti, tre in meno della capolista. Per i romagnoli colpaccio a Cremona, contro una Cremonese in crisi di risultati e di gioco: di De Feudis e Motta (9° stagionale che lo proietta in vetta alla classifica cannonieri)  i gol del successo esterno che lancia i bianconeri in piena zona play-off.  Zona play-off che si è avvicinata in modo quasi insperato per l’Hellas Verona, che a fari spenti, batte il Monza in rimonta, grazie al gol di Gomez a meno sette minuti dal novantesimo, e raggiunge quota 23 in graduatoria a due punti dalla zona che permette di disputare gli spareggi promozione.
Nelle zone calde della classifica Portogruaro e Pro Sesto ottengono due vittorie importanti contro il Legnano e il Pergocrema, dando un pò di respiro alla loro asfittica situazione, che resta ancora deficitaria. Pareggio senza reti tra Ravenna e Venezia. I bizantini recriminano per un penalty fallito da Zizzari
Nella prossima giornata spiccano due partite interessantissime: un CesenaVerona che potrà dire tanto sul ruolo di entrambe in questo campionato e un Pro Patria-Padova da leccarsi i baffi. Per la Spal impegno tutt’altro che agevole in trasferta contro il Pergocrema bisognoso di punti.

giannini

Giannini vicino al titolo d’inverno
sanbenedettoggi.it

Girone B- Nel girone centro-meridionale, il Gallipoli e l’Arezzo si staccano e provano la prima fuga stagionale. Solo le due prime, infatti, riescono a conquistare i tre punti. I giallorossi sbrigano nel secondo tempo la partita contro il Lanciano, con i gol di Riccardo, Mounard e Vastola, mentre gli amaranto toscani hanno ragione della Paganese con Lauria, Martinetti e Baclet. Dietro rallentano tutte:  il Crotone è fermato sul pari a Perugia (Pacciardi salva i calabresi al 95′), e mette fine alla serie di due sconfitte consecutive, ma si allontana dalla vetta, mentre Cavese e Benevento si sono affrontate nell’importante derby campano, terminato però sull’1-1, con il vantaggio di Favasuli per i biancoblù e il pareggio di Felice Evacuo per i sanniti nel finale. Il Foggia approfitta dell’empasse delle squadre in zona play-off e vincendo contro la Ternana grazie ai gol dell’ex  Mario Salgado, raggiunge la Cavese a ventisei punti.
La grande rincorsa ad ostacoli (societari) del Pescara viene momentaneamente fermata a Pistoia, dove i locali arancioni riagguntano due volta gli adriatici andati per avanti con Felci prima e Zetulayev poi, ma incapaci di portare a casa una vittoria che l’avrebbe lanciata in orbita. Pistoiese ultima insieme al Potenza, che riesce a battere un Taranto in crisi pesante di risultati e oramai in zona play-out. La terza sconfitta di fila costa caro al tecnico Delisanti, esonerato per far posto a Stringara. Pari nell’altro derby campano fra Sorrento e Real Marcianise, punto che accontenta più i casertani che i rossoneri, mentre la sfida della paura fra Juve Stabia e Foligno termina con un sostanziale inutile uno a uno, che non muta la situazione delicata delle due squadre.
Prossimo turno impegnativo per il Gallipoli, che renderà visita al Real Marcianise, ancora sospeso fra centro classifica e zona pericolo, mentre l’Arezzo dovrà vedersela contro la Ternana. Importante Crotone-Foggia allo “Scida”, mentre il Pescara potrà agguantare la zona play-off battendo la Cavese all'”Adriatico”.  In zona retrocessione fondamentale scontro diretto fra Foligno e Pistoiese.