16/08/2017

Il Bologna risorge con Di Vaio. Napoli sempre più bello di notte

dicembre 14, 2008 di  
Inserito in Bologna, Lecce, Napoli, Serie A, Torino

di_vaio

Hat trick per Di Vaio che risolleva i rossoblù
bolognafc.net

Bologna-Torino 5-2

Partenza scoppiettante per la 16a giornata di Serie A con l’anticipo delle 18. Gara  intensa, e ricca di gol. Sfida salvezza tra la squadra di Mihajlovic, alla ricerca della prima vittoria come allenatore dopo ben 5 pareggi di fila, e il Toro di Novellino richiamato da Cairo per sostituire De Biasi. Il cambio di allenatore sembra giovare ai granata che giocano un primo tempo perfetto, agevolati anche dal vantaggio lampo di Barone al 6′. Il centrocampista sfrutta una spizzicata di testa di Bianchi sullo sviluppo di una rimessa laterale e supera Antonioli con un gran destro. Il Bologna si rende pericoloso con Di Vaio ma le conclusioni dell’attaccante romano vengono sventate da Sereni. Toro micidiale in contropiede ma poco incisivo. Nel finale di tempo i granata a recriminano per un gol non concesso a Natali: sugli sviluppi di un corner, colpo di testa del difensore con Antonioli che respinge sulla linea. Ma l’arbitro lascia correre. Ripresa scoppiettante. Mihajlovic inserisce immediatamente Volpi per Coelho. E proprio l’ex capitano della Samp, firma il pareggio dopo appena tre minuti: ma è decisiva la deviazione di Pratali sul cross di Volpi che inganna Sereni. Il Toro non accusa il colpo e continua a spingere soprattutto con Abate che sulla destra è devastante. Al 53′ l’esterno granata mette al centro per Bianchi: deviazione decisiva di Britos che inganna Antonioli per un gol identico a quello precedente del Bologna. Il vantaggio torinista dura poco. Marco Di Vaio, fino a quel momento poco in luce, realizza due gol tra il 55′ e il 62′, prima correggendo in rete una palla in area, poi fa tutto da solo in contropiede battendo Sereni con un ottimo sinistro. Poco dopo Sereni atterra Bernacci in area, e il giocatore felsineo trasforma. Passano dieci minuti e Pratali stende in area sempre Bernacci: rosso per il difensore di Novellino e penalty, questa volta, trasformato da Di Vaio. Per Novellino peggior ritorno non poteva esserci.

Napoli-Lecce 3-0

Napoli ora sogna davvero. Finisce alla grande il 2008 al San Paolo del Napoli, che sotto una fitta pioggia supera  il Lecce 3-0. Bastano 11 minuti per sbloccare la gara. Lancio in profondità per Lavezzi che anticipa  Benussi, che lo abbatte in uscita. Rigore calciato e realizzato da Hamsik. Il Lecce non ci sta e al 20′ Caserta scalfisce il palo da fuori area, poi è Benussi a salvare su Denis. Lavezzi al 28′ sfiora il gol. Alla mezzora il Napoli perde Hamsik, costretto a lasciare il campo per un problema inguinale. Al posto dello slovacco entra il sanseverese Michele Pazienza, che al 42′ segna il suo primo gol in serie A con una conclusione rasoterra su un pallone vagante in area giallorossa. Le assenze di Stendardo e Fabiano pesano per gli uomini di Beretta. Benussi si oppone a Gargano, ma Denis trova la via del gol al 65′ sfruttando un liscio di Schiavi: controllo col sinistro e tiro vincente di destro. Lavezzi nel finale rimedia un’ammonizione che gli costerà la squalifica. E con un Lavezzi così, sarà un’ assenza pesante.