18/08/2017

Superclasico al Camp Nou. OL-OM per il trono. Zola, sfida da ex

dicembre 12, 2008 di  
Inserito in Calcio Estero

Non solo il nostrano Juventus-Milan. Il panorama internazionale offre tante altre sfide interessanti, talvolta epiche e storiche come l’attesissimo Barcellona-Real. Parte oggi la rubrica settimanale di solocalcio.com dedicata agli appuntamenti più importanti del weekend calcistico europeo. Per vivere insieme emozioni e sensazioni della vigilia.

Primo ‘clasico’ da tecnico per Pep

Liga– Partenza d’obbligo con il superclasico spagnolo, la partita che tiene col fiato sospeso metà nazione. Sabato notte al Camp Nou si affronteranno per l’ennesima volta Barcellona e Real Madrid in quella che una volta era la sfida tra la squadra dei regnanti, simbolo del potere costituito, e i “ribelli” separatisti catalani, gelosi più che mai della loro identità. La storia di questa partita va dunque oltre il calcio così come la rivalità che separa le due tifoserie. Il recente passato racconta di un “pasillo” a cui i blaugrana furono costretti per rendere omaggio al Real laureatosi campione nazionale. Era l’ideale fine dell’era Rijkaard-Ronaldinho, coppia che ha lasciato il testimone a Pep Guardiola -uno che di derby di Spagna ne ha combattuti parecchi- e Messi, più che mai astro nascente del calcio contemporaneo. Ora le cose son cambiate. I catalani veleggiano in vetta alla Liga a suon di gol e spettacolo, Schuster è stato esonerato e le merengues arrancano a -9 alle prese con una sequela infinita d’infortuni e problemi interni. Il recente avvento di Juande Ramos in panchina ha però risvegliato l’orgoglio blanco sin dall’esordio in Champions (3-0 allo Zenit). D’altronde una sconfitta non è ammessa.

Ligue 1– Spostiamoci in Francia. Riflettori puntati sul posticipo domenicale LioneMarsiglia, dove va in scena l’ennesimo assalto di un “barone rampante” al trono dei sette volte campioni transalpini. OL e OM sono infatti separati da tre lunghezze, agli inseguitori il compito di cercare il colpaccio al Gerland. L’ultimo ko della capolista col Nantes fa ben sperare la compagine di Gerets che è riuscita a strappare perlomeno il pass per l’Uefa nel girone Champions. Anche se in questi anni tutti i tentativi di spodestare il “sovrano assoluto” sono andati puntualmente in fumo di fronte allo strapotere di Benzema e compagni.

Grande ritorno di Magic Box
a Stamford Bridge

Premier League– Il big match della 17° di Premier si giocherà al White Hart Lane di Londra tra Tottenham e Manchester United. I Red Devils vogliono proseguire la loro risalita e la “caccia” al Liverpool capolista, ma avranno di fronte una squadra in piena ascesa come gli Spurs. Dall’arrivo di Redknapp, infatti, è arrivata una sola sconfitta per mano dell’Everton. Pronostico tutto per la formazione di Ferguson, ma occhio ai londinesi. Nella big city si giocherà inoltre uno dei tanti derby cittadini tra Chelsea e West Ham. Ma sarà soprattutto il grande ritorno di Zola a Stamford Bridge, tempio del calcio che l’ha adorato come un idolo. Chissà se “the Magic Box” farà uno scherzetto ai suoi ex tifosi.

Bundesliga– Chiudiamo con la Bundesliga. Dopo aver incrociato le armi nello scontro diretto, prosegue la sfida a distanza tra il Davide e Golia del panorama tedesco. Gli impegni previsti per le due capoliste non sono dei più semplici. L’Hoffenheim se la vedrà nel posticipo lo Schalke 04, compagine discontinua ma comunque ostica. A riconferma di ciò, la formazione di Rutten è reduce da due successi in campionato ma rischia una clamorosa eliminazione in Uefa. Trasferta piena d’insidie per il Bayern in quel di Stoccarda dove incontrerà il grande ex, nonchè ‘compaesano’, Markus Babbel. Il neotecnico dei rossi ha infatti il cuore diviso a metà: giocò ben sette stagione nel club della sua città collezionando 4 titoli nazionali prima di vincere nel 2007 uno storico Meisterschale (che mancava da 15 anni) con la maglia dello Stoccarda.