18/08/2017

Al via la Coppa del Mondo per club. Manchester United favorito

dicembre 11, 2008 di  
Inserito in Calcio Estero

Milan sul tetto del mondo
copyright flickr.com

TOKYO – Un anno fa Paolo Maldini alzava al cielo l’ultima coppa vinta dal Milan. Un anno dopo si torna in Giappone, per l’ultima volta prima che il torneo si trasferisca negli Emirati Arabi, e a contendersi l’ambito trofeo di campione del mondo per club saranno Adelaide (Australia), Waitakere United (Neo Zelanda), Gamba Osaka (Giappone), Al Ahly (Egitto), Pachuca (Messico), Quito (Ecuador) e Manchester United (Inghilterra).

Parte oggi, quindi, la quarta edizione del Mondiale per club che ha sostituito la vecchia, più affascinante, Coppa Intercontinentale. Si comincia alle 19.45 giapponesi, le 11.45 in Italia, a Tokyo con la gara d’apertura tra gli australiani dell’Adelaide finalisti della Champions League asiatica vinta dai giapponesi del Gamba Osaka (già ammessi in quanto squadra “di casa” ai quarti di finale) e i neozelandesi del Waitakere United, vincitori della Champions League dell’Oceania.

Il 13 dicembre, si sfideranno, sempre a Tokyo, gli egiziani dell’ Al Ahly e i messicani del Pachuca, rispettivamente detentori del titolo africano e di quello della Concacaf (la Confederazione che racchiude Nord America, Centro America e Caraibi). Gli egiziani avevano già partecipato all’edizione del 2005 e del 2006 (terzo posto). I messicani, invece, lo scorso anno furono eliminati ai quarti di finale.

Mercoledì 17 la prima semifinale a Tokyo tra la vincente del confronto tra Al Ahly e Pachuca e gli ecuadoriani del Quito detentori della Coppa Libertadores, ovvero la Champions League sudamericana. L’altra semifinale vedrà in campo, il 18 dicembre a Yokohama, il Manchester United che affronterà la vincente del match tra i giapponesi del Gamba Osaka e la squadra che la spunterà nella gara d’apertura in programma oggi (Adelaide-Waitakere).
Sempre il 18 dicembre e sempre a Yokohama la finale per il quinto posto. Il 21 dicembre, invece, ancora a Yokohama, il match che assegnerà la terza posizione, quindi alle 19.30, la finalissima di Yokohama.

I Red Devils sembrano i favoriti assoluti. Dopo il Milan un’altra squadra europea potrebbe salire sul tetto del mondo. La prima edizione del Mondiale per club risale al 2000 a Rio De Janeiro (parteciparono anche Real Madrid e Manchester United, ndr) con il trionfo del Corinthians sul Vasco de Gama (3-4 dcr), ma il torneo si rivelò un flop commerciale. Nel 2005 la Fifa ci riprovò sostituendo la Coppa Intercontinentale con il torneo tra le squadre campioni nei rispettivi continenti e trasferendo la finale dallo storico stadio di Tokyo a quello di Yokohama. Quell’anno vinsero i brasiliani del San Paolo che in finale superarono il Liverpool (1-0). Nel 2006 ancora un trionfo carioca: con l’Internacional di Porto Alegre che si impose per 1-0 sul Barcellona. Lo scorso anno, nell’ultima edizione disputata ancora a Yokohama, il trionfo del Milan che in semifinale superò i giapponesi degli Urawa Reds e in finale strapazzò il Boca Juniors con un rocambolesco 4-2.

  • WSBforever scrive:

    Attenzione alla LDU Quito..Gli ecuadoriani sono rognosi, quadrati, e dispongono di qualche buon elemento. Anche in Libertadores nessuno puntava su loro, ma fecero l’impresa….

  • Lascia un commento

    Dì la tua su questo articolo

    You must be Autenticato come to post a comment.

    -->