22/10/2017

Roma implacabile: qualificazione e primo posto

dicembre 10, 2008 di  
Inserito in Champions League, Roma

Brighi ancora protagonista
cannago/copyright flickr.com

Roma– Dopo il ko iniziale con il Cluj nessuno, anche il tifoso più ottimista, avrebbe pensato ad un lieto fine. Anzi, più che lieto, trionfale. La Roma liquida infatti la pratica Bordeaux con autorità e non ottiene soltanto la qualificazione agli ottavi di Champions, bensì il primo posto nel girone a discapito del Chelsea. Un traguardo prestigioso, ottenuto per la prima volta nella sua storia, che rappresenta un ottimo viatico -oltre che un sorteggio favorevole- in vista degli ottavi.

Ancora Brighi & Totti– La sesta vittoria di fila tra campionato e coppa è un mix di cinismo e maturità. I giallorossi sanno attendere l’avversario, non si fanno bloccare da paure e timori, e lo colpiscono nel momento giusto. Merito ancora una volta di Matteo Brighi, grande protagonista della rinascita capitolina, e dell’imprescindibile capitan Totti. Ma anche di Jeremy Menez, rinato dopo il primo gol in campionato al Chievo. Il Bordeaux è quindi costretto ad inchinarsi alla strapotere giallorosso creando pochi grattacapi a Doni. I francesi sono costretti ad accontentarsi della Uefa.

La cronaca– Il primo tempo è bloccato, giocato a ritmi bassi. I girondini non vogliono rischiare tutto e subito e ci provano prevalentemente dalla distanza, la Roma non ha alcun interesse a scoprirsi; il punto è sufficiente per la qualificazione. L’unico sussulto arriva da una punizione larga di Baptista. Nella ripresa la formazione di Blanc è giocoforza costretta a scoprirsi alla ricerca del gol. Al 10′ il brivido più grande per la band Spalletti: il destro di Chamakh finisce di pochissimo a lato. Passata la paura, i giallorossi approfittano degli spazi concessi. Perrotta recupera un pallone che sembrava perso sull’out destro e crossa rasoterra per Brighi. Lo stop e girata dell’ex Chievo è da bomber consumato: terzo gol in Champions dopo la doppietta di Cluj per un mediano che -oltre a far il suo lavoro “sporco”- è sempre di più l’uomo giusto al posto giusto. La Roma scavalca così il Chelsea in vetta al girone e si garantisce l’accesso agli ottavi. Il raddoppio di Totti (24° gol in Europa) con un destro di prima intenzione su assist dell’ispiratissimo Menez è la logica conseguenza di un dominio che diviene totale. Arrivederci al sorteggio di Nyon, dove i giallorossi figureranno con merito per la prima volta tra le teste di serie.