22/10/2017

La Juve vuole restare prima, la Fiorentina per la Coppa Uefa

dicembre 10, 2008 di  
Inserito in Champions League, Fiorentina, Juventus

Mutu vicino al gol numero 100 in Italia
cg88/copyright flickr.com

ROMA – Ultima giornata di Champions League prima degli ottavi di finale. Una Juventus già qualificata e quasi certa del primo posto nel girone H affronta per la prima volta all’Olimpico il Bate Borisov. La Fiorentina, invece, messo da parte il sogno Champions va in Romania a far visita allo Steaua Bucarest con l’obiettivo di conquistare un posto in Uefa. Ai viola basta un pareggio ma non sarà semplice.
Queste le statistiche delle italiane impegnate in Champions League questa sera.

JUVENTUS – BATE BORISOV

Per la prima volta nella storia bianconera, la Juventus ospita una squadra bielorussa. Il Bate Borisov ha sempre perso in Italia (due i precedenti) non segnando nemmeno un gol: 0-4  in casa del Milan nella Coppa Uefa 2001/02, e 0-2 a Bologna nella coppa Intertoto 2002/03.
Tra le mura amiche gli uomini di Ranieri non perdono in Europa dal 10 marzo 2004 quando, in Champions League, venne sconfitta per 0-1 dal Deportivo La Coruna: da allora, nelle successive 14 gare interne, lo score bianconero è di 11 vittorie e 3 pareggi. La Juventus ha sempre segnato almeno una rete in ciascuna delle ultime 16 gare interne ufficiali disputate, per un totale di 36 gol all’attivo. L’ultimo digiuno bianconero casalingo risale al 26 febbraio 2008: 0-0 contro il Torino, in serie A.

Il Bate non va in rete in Europa dal 21 ottobre scorso, quando in Champions League impattò in casa dello Zenit (1-1): a segnare la rete bielorussa fu Nekhaychik al 52′. Da allora si contano i restanti 38′ di quel match, più le gare perse in casa contro lo Zenit (0-2 nel ritorno casalingo) e contro il Real Madrid (0-1), per un totale di 218′ di astinenza.

Dirige Kapitanis, cipriota classe 1964, internazionale dal 1996. Il fischietto dirige per la prima volta in gare ufficiali sia la Juventus, sia il Bate Borisov. Lo score con le squadre italiane è di tre vittorie in tre direzioni di gara: Parma-Helsingborg 1-0 (coppa Uefa 1999/00), Austria Vienna-Udinese 0-1 (Intertoto 2000/01), Chmel Blsany-Brescia 1-2.

STEAUA BUCAREST – FIORENTINA

La Fiorentina non vince in Europa dal 12 agosto scorso, quando nel preliminare di Champions League si impose in casa per 2-0 sullo Slavia Praga: da allora 4 pareggi e 2 sconfitte.
Adrian Mutu è a un passo dalla rete ufficiale n.100 della propria carriera nei club italiani. Le attuali 98 sono così suddivise: 79 in serie A, 6 in coppa Italia, 3 in Champions League e 10 in coppa Uefa. La prima delle attuali 98 reti italiane di Mutu risale al 12 gennaio 2000: Milan-Inter 2-3, in coppa Italia.

Lo Steaua ospita per la prima volta in match ufficiali la Fiorentina, per la quarta volta un club italiano, contro cui non ha mai vinto né segnato: 2 pareggi ed 1 sconfitta lo score. Ma, anche allargando i dati alle gare disputate in Italia, si conferma che mai la formazione rumena ha vinto o segnato contro squadre italiane nelle coppe europee: 10 incroci con 4 pareggi e 6 successi italiani.
Nella sola Champions League, lo Steaua ha vinto solo una delle ultime 13 partite: è accaduto il 27 agosto 2008 quando ha battuto in casa per 1-0 il Galatasaray. L’ultima volta che i rumeni sono andati in rete in Europa risale allo scorso 21 ottobre quando persero per 3-5 contro il Lione.
Lo Steaua non segna un gol in Europa dal 21 ottobre scorso, quando in Champions League venne sconfitto in casa per 3-5 dal Lione: a realizzare l’ultima rete rumena fu Petre al 45’.

Arbitra Luis Medina Cantalejo, spagnolo classe 1964, internazionale dal 2002. Lo Steaua conta un precedente, 0-0 casalingo contro il Rapid Bucarest nella coppa Uefa 2005/06. Un incrocio anche per la Fiorentina, vittoriosa 2-0 ad Eindhoven sul Psv nella coppa Uefa dello scorso anno.