20/09/2017

Lega Pro: Arezzo, Gallipoli e Pro Patria superstar

dicembre 9, 2008 di  
Inserito in Lega Pro

Arezzo, Gallipoli e Pro Patria: sono queste le protagoniste della quindicesima giornata della Lega Pro che, dopo una prima parte di stagione esaltante, si candidano seriamente per un posto in cadetteria dalla porta principale del primo posto.

Cesena sgambetta la capolista

Girone A- Grande vittoria della squadra di Busto Arsizio, 4-0 contro il fanalino di coda Portogruaro, con la doppietta di Mosciar. I punti in classifica ora sono ventisette, proprio come la Spal, che cade su campo del redivivo Cesena, che a sua volta si candida per un posto nei play-off. La squadra di Dolcetti non riesce ad imporre il proprio gioco e deve cedere le armi ai bianconeri romagnoli finalmente incisivi con Veronese e Chiavarini. La vittoria della formazione di Bisoli vale doppio considerando che ha giocato in inferiorità numerica per un’ora.
Il Padova va sotto inaspettatamente contro la pericolante Lecco, ma nel secondo tempo riesce a ribaltare il risultato e a portare in Veneto tre punti d’oro: gol decisivo di Filippini a cinque minuti dal novantesimo. I biancoscudati scavalcano in classifica il Novara, che a dispetto del suo ruolino pressocchè perfetto fra le mura amiche, viene fermata dalla Pro Sesto, che mette in cascina un punto molto importante per la sua deficitaria classifica.
Partita che è stata giocata anche nei campi più nobili della serie A, quella tra Reggiana e Cremonese, che ha visto prevalere la squadra di mister Pane, con il gol decisivo di Stefano Dall’Acqua e che proietta la squadra granata davanti ai grigiorossi, protagonisti sempre più di un campionato anonimo.
Il derby delle decadute del nord-est Venezia-Hellas Verona si conclude a reti bianche ed è un risultato che non mette il buon umore sopratutto alla squadra di Cuoghi, che resta ancorata nelle posizioni critiche della classifica, a soli due punti dall’ultimo posto.
Importantissima vittoria del Legnano di Attilio Lombardo, che in un sol colpo scavalca cinque squadre in classifica, grazie alla perentoria affermazione per 3-0 sulla Sambenedettese, in un vero e proprio scontro per la permanenza, di quelli che insomma valgono doppio. Il Monza con Taccucci e Samb avvicina il Ravenna alla zona play-out, mentre Pergocrema e Lumezzane non si fanno male e si spartiscono il punticino.
Nel prossimo turno, grande sfida tra Padova e Reggiana, nella quale sono in palio punti d’oro, mentre sfide abbordabili per Spal e Pro Patria contro Lecco e Sambenedettese.

Baclet spinge l’Arezzo in alto

Girone B- Nel girone centro-meridionale spicca l’ottima affermazione dell’Arezzo di Cari a Crotone, in una importante sfida al vertice. Dopo essere stati riagguantati per due volte, la squadra toscana è riuscita ad imporsi grazie al gol in pieno recupero di Baclet. Gli amaranto restano a soli due punti della vetta, mentre per i pitagorici di Moriero è la seconda sconfitta consecutiva, che allontana ancora di più il Gallipoli. Gallipoli che a sua volta, riesce a vincere il derby pugliese con il Taranto. Dopo aver controllato la gara per tutto il tempo ed essere andata avanti per 2-0 con Ginestra e Di Gennaro, gli ultimi dieci minuti, complice il gol della bandiera di Dionigi, sono stati in apnea, ma il risultato è stato condotto in porto e questi tre punti servono a confermare il primo posto in classifica.
Giornata di tanti interessanti derby, quella che si è vissuta nel girone B. Come Benevento-Juve Stabia, che ha visto la squadra di Papagni imporsi sulle “Vespe” di Castellamare con il punteggio di 2-1. Altro derby campano in programma quello fra Paganese e Sorrento, terminato 1-0 per la formazione biancoblù (gol di Tisci su rigore all’80esimo).
Pesante sconfitta del Foggia sul campo del rivitalizzato Lanciano: 5-2 il risultato finale, con la doppietta di Alfageme e i gol di Colussi, Morante e Romano. Per i rossoneri un punto perso sulla sesta, ultima posizione utile per agguantare i play-off. Sesto posto occupato dalla Cavese, che strappa un buon punto a Terni.
Nonostante le traversie (eufemismo) societarie, le denuncie e gli scioperi, il Pescara vince contro il Potenza (in rimonta Zetulayev e Di Vicino, annullano il gol di Nolè) e si ritrova quasi sorprendentemente a ventitrè punti, a sole due lunghezze dai barrage promozione: si sapeva che Galderisi era impermeabile a vicende societarie, ma si sta materializzando un’impresa che avrebbe dell’incredibile.
0-0 tra Foligno e Perugia, con i grifoni che continuano la loro grigia annata e la formazione di Indiani che resta in piena zona play-out. Bella vittoria della Real Marcianise sulla Pistoiese. 2-0 il risultato con i gol di Innocenti e Tedesco.
Nel prossimo turno, il big match si giocherà a Cava dei Tirreni, dove andrà in onda la sfida tra Cavese e Benevento, derby sentito ma anche sfida che potrebbe dare una svolta al campionato delle due squadre. Impegni casalinghi per le due battistrada Gallipoli e Arezzo, la prima impegnata nella non facile sfida contro il Lanciano e l’altra contro la Paganese. Tempo di riscatto per Crotone e Foggia, che avranno due partite non di certo abbordabili contro il Perugia e la Ternana. In Juve Stabia-Foligno e Potenza-Taranto sono in palio punti per non perdere di vista la salvezza.