18/08/2017

Coppa Uefa: 17 squadre già qualificate

dicembre 5, 2008 di  
Inserito in Europa League

Si avvia alla conclusione la fase a gironi di coppa Uefa. La 4° giornata ha decretato numerosi verdetti: 17 squadre sono già ai sedicesimi, ne mancano solo sette all’appello a cui si aggiungeranno le otto terze dei gironi di Champions. Ma andiamo a vedere nel dettaglio la situazione gruppo per gruppo.

ap photo m.sezer

Il mattatore del Metalist Edmar
ap photo-m.sezer/copyright flickr.com

GIRONE A
Tutto facile per il Manchester City a cui è bastato un pari col PSG per passare il turno. Il colpaccio lo ha fatto il Twente che, grazie a Wielaert e Perez, ha battuto lo Schalke 04 inguaiandolo non poco. I tedeschi rischiano infatti l’eliminazione: sarà sufficiente che una tra PSG e Racing vinca la rispettiva sfida per farli fuori. Tutte le speranze sono riposte nella sportività delle compagini già qualificate.

GIRONE B
E’ il girone delle sorprese. Gli ucraini del Metalist hanno spiazzato la nutrita e blasonata concorrenza (Hertha, Olympiacos e Benfica) strappando il pass in compagnia del Galatasaray con prestazioni accorte ed efficaci. L’eroe è Edmar, già giustiziere dei turchi, decisivo anche contro l’Olympiacos. Baros ha invece regalato la qualificazione al club di Istanbul. L’ultimo posto disponibile se lo giocheranno Hertha e Olympiacos all’ultima giornata. I greci potranno accontentarsi di un pari casalingo.

GIRONE C
Solo lo Standard è sicuro del posto. Si è complicato invece il compito della Samp che se la vedrà con il Siviglia a cui serve un punticino. I doriani dovranno cercare la vittoria a tutti i costi così come lo Stoccarda impegnato con i belgi. Nemmeno gli andalusi possono star tranquilli, perchè in caso di sconfitta e concomitante successo della formazione di Babbel verrebbero eliminati. Tutto ancora in bilico, dunque.

GIRONE D
Udinese avanti a gonfie vele, Tottenham quasi. Ci vorrà infatti una combinazione improbabile di risultati per far sì che gli inglesi vengano sbattuti fuori. Verosimilmente la lotta è ristretta a Nec e Spartak, entrambe a quota 3 con un match da disputare. Olandesi favoriti dalla vittoria nello scontro diretto a Mosca: clamoroso il ribaltone negli ultimi cinque minuti che li ha rimessi in corsa.

Un’altra ‘calamity’ per James
smmx8/copyright flickr.com

GIRONE E
Tutto deciso. Al Milan fanno compagnia Wolfsburg e Sporting Braga. Rocambolesco il match che ha garantito il pass ai tedeschi: in vantaggio, si sono fatti rimontare e superare dal Portsmouth prima di operare il nuovo ribaltone con la complicità del numero uno inglese, “calamity” James. Si chiude così con tanti rimpianti (come il pari subito dai rossoneri al 92′) l’avventura europea dei Pompeys.

GIRONE F
Discorso già chiuso anche qui. La vittoria dello Zilina al Villa Park di Birmingham (2-1) non è infatti servita a nulla se non per il prestigio. L’Aston Villa ottiene comunque il pass per i sedicesimi. La premiata coppia croata OlicPetric firma invece il decisivo blitz dell’Amburgo a Praga. Come da pronostico avanzano villans, tedeschi e l’Ajax.

GIRONE G
Saint Etienne e Valencia ai sedicesimi. Gli spagnoli, seppur in formazione dimessa, archiviano il discorso qualificazione con un turno d’anticipo. Bruges e Copenaghen, invece, si giocheranno tutto tra sette giorni nello scontro diretto. Ai belgi il doppio vantaggio di potersi accontentare di un pareggio e di giocare tra le mura amiche.

GIRONE H
Un Cska cannibale chiude al meglio espugnando Nancy (tripletta di Vagner Love) e finendo a punteggio pieno. I francesi non possono così brindare alla qualificazione. Non sarà infatti facile strappare un punto a La Coruna. Il Lech, in caso di vittoria, potrebbe raggiungere o scavalcare gli spagnoli: per evitare conti complicati e mal di testa annessi ci vuole una vittoria.