21/10/2017

Samp annichilita a Liegi. La qualificazione si complica

dicembre 3, 2008 di  
Inserito in Europa League, Sampdoria

L’incubo doriano Jovanovic
piesto/copyright flickr.com

Liegi– Si complica notevolmente la corsa della Samp verso i sedicesimi di coppa Uefa. I blucerchiati escono infatti distrutti dalla trasferta belga, complice sì l’indiscutibile valore dello Standard -compagine che mise i brividi al Liverpool nel preliminare Champions- ma anche un approccio molle alla gara, dovuto probabilmente alla vicinanza con il derby, la classica partita che vale una stagione. Per passare il turno, però, servirà una vittoria contro il Siviglia: impresa tutt’altro che semplice.

45′ da incubo– Mazzarri lascia a riposo Cassano per la stracittadina ma non esagera con il turnover. L’undici di partenza non è quindi lontanissimo da quello titolare, ma è l’atteggiamento a far la differenza. I blucerchiati dimostrano ancora una volta i loro grossi limiti lontano da Marassi; i campioni del Belgio, invece, aggrediscono sin dall’inizio l’avversario con l’intento di chiudere i conti con la qualificazione. De Camargo e Jovanovic sono un iraddidio: prima sbagliano entrambi davanti a Castellazzi, poi confezionano l’1-0. Lo Standard gioca in scioltezza, la Samp sta a guardare. E così arriva il raddoppio su corner firmato Onyewu. La formazione di Mazzarri è come un pugile suonato all’angolo, prova a reagire ma viene castigata ancora. I primi 45′ si chiudono infatti con il tris di Jovanovic, vero e proprio rebus per la difesa blucerchiata, che archivia di fatto il match.

Niente da fare– Il tecnico doriano tenta la carta Cassano, ma il talento barese non è in serata come i suoi compagni. La ripresa diventa il festival delle occasioni sbagliate per i belgi che sfiorano a ripetizione il poker. Ma per la qualificazione basta e avanza così, mentre la Samp farà bene a dimenticare presto questa serata. Alle porte c’è il derby e tra 15 giorni a Marassi servirà una mezza impresa.