20/08/2017

San Paolo, festa rinviata. Portuguesa e Ipatinga in B

Portuguesa in B…
copyright flickr.com

BRASILIA– Uno dei Brasileirao più equilibrati della storia si deciderà all’ultima giornata. Probabilmente era destino che dovesse finire così dopo un’annata piena di colpi di scena e avvicendamenti in vetta. Ma la festa del San Paolo è soltanto rinviata, un punto contro il Goias e sarà fatta. I primi verdetti arrivano in coda: Portuguesa e Ipatinga salutano la serie A. Rimangono dunque da decidere le altre due retrocessioni. Indecisa anche la lotta per la Libertadores con un trio in lotta.

Un punto alla meta– Era tutto pronto al Morumbì. 66mila spettatori, torcida addobbata per la grande festa, per il terzo titolo consecutivo. Ma il Fluminense, già matador in Libertadores, si è rivelato ancora una volta indigesto. D’altronde il Tricolor aveva bisogno di punti tanto quanto la capolista per garantirsi la salvezza. E così è scaturito un pareggio tutto sommato giusto: a Tartà ha risposto bomber Borges. Il punto è il classico bicchiere mezzo pieno. Per vedere il Flu in B, infatti, ci vorrà una combinazione altamente improbabile di risultati; inoltre l’ultimo turno lo vedrà impegnato con il già retrocesso Ipatinga. La formazione di Ramalho, invece, complice la rotonda vittoria del Gremio (ora a -3) dovrà strappare un punto sul campo di un Goias tranquillo da tempo (i gauchos, in caso di parità punti, vincerebbero il campionato per il maggior numero di vittorie). Insomma, salvo cataclismi, festa rinviata per entrambe.

In tre per due posti– Intricatissima la lotta per la Libertadores. Palmeiras (65 pt), Cruzeiro e Flamengo (64) rimangono raccolte in un punto: tutto può ancora succedere. Il Verdao parte favorito dall’alto del suo punto di vantaggio e, anche se l’ultimo 0-0 col Vitoria ha confermato le difficoltà di questo finale di stagione, battere al Palestra il Botafogo non dovrebbe essere impresa impossibile. Facilissimo anche il compito della Raposa impegnato col retrocesso Portuguesa: il ko inusitato con l’Internacional potrebbe esser dunque indolore. I celestes sono infatti a pari punti con il Flamengo ma davanti per numero di vittorie. I rubronegros, re delle occasioni perse, danno vita ad uno spettacolare quanto inutile 3-3 con il Goias vedendo sfumare la possibilità di salire al 3° posto. La Libertadores diventa un miraggio.

..insieme all’Ipatinga
copyright flickr.com

Lotta salvezza– Capitolando 1-4 contro il Gremio saluta la serie A l’Ipatinga. Per il Portuguesa, invece, fatale il 2-2 interno con lo Sport. Se la retrocessione dei primi era preventabile, il Lusa è stato a lungo fuori dalle sabbie mobili. Nelle ultime cinque giornate, però, ha firmato la propria condanna raccogliendo solo tre punti. Rimangono dunque in corsa sei squadre per evitare le altre due retrocessioni. Detto del Flu,  basterà poco anche al Santos (un punto; 44 pt) per mandare in archivio una sofferta salvezza. La formazione di Fernandes se la vedrà nell’ultimo atto col Nautico (43 pt), appostato un gradino dietro. Anche alla compagine di Recife basterà un punto. Facile prevedere quanto succederà al Vila Belmiro…Grande merito comunque al Timbu che ha conquistato la salvezza nel drammatico scontro diretto con l’Atletico Paranaense (42). Sotto di un gol, si è aggrappato alle giocate di Clodoaldo (doppietta) per risolvere una situazione che stava diventando disperata. Dal canto suo l’undici di Moura, per evitare brutte sorprese, dovrà battere il Flamengo. Un incrocio davvero pericoloso che dà speranza a Figueirense (41) e Vasco (40), le candidate numero uno alla retrocessione. Il loro destino è infatti legato alle altrui “disgrazie”. E per Edmundo & co ci vorrà un miracolo sportivo. Le porte dell’inferno della B non sono mai state così vicine.