21/10/2017

Van Persie sfata il tabù Stamford Bridge. Rooney decide il derby

dicembre 1, 2008 di  
Inserito in Premier League

ap photo/copyright flickr.com

Van Persie zittisce Stamford Bridge
ap photo/copyright flickr.com

LONDRA– Wayne Rooney e Robin Van Persie. Due talenti, due bomber di razza. Sono loro i protagonisti assoluti della 15° giornata -che potremmo definire di “gala” per l’importanza delle partite in programma- di Premier League. L’attaccante inglese decide il derby di Manchester, quello olandese sbanca il tempio del Chelsea a distanza di 4 anni dall’ultimo blitz dei Gunners. Si riapre quindi la lotta al vertice. A patto che il Liverpool non lanci la fuga aggiudicandosi la sfida del Monday night contro il West Ham di Zola.

Riscossa Gunners e Red Devils– La formazione di Wenger e quella di Ferguson non hanno quindi ammainato bandiera di fronte al ruolino di marcia delle due battistrada. Bella la rivincita che il tecnico francese si prende sul Chelsea. Sotto per uno sfortunato autogol di Djorou, l’Arsenal riesce nell’impresa di ribaltare il risultato ed infrangere un tabù lungo 4 anni e mezzo. Merito di un super Van Persie che nel giro di tre minuti, prima di destro poi di sinistro, incenerisce Cech e ammutolisce Stamford Bridge. I Gunners si avvicinano a -7 dai Blues. A -5 si riaffacciano i Red Devils. L’eroe del derby di Manchester è Rooney. Il bomber inglese non si accontenta di segnare il 100° gol in carriera, bensì difende come un ossesso -quasi sulla linea dei terzini- il vantaggio acquisito, nel momento in cui lo United rimane in dieci (espulso Ronaldo per un ingenuo tocco di mano ). Vittoria meritatissima per i Red Devils, mentre i Citizens falliscono l’ennesimo esame di maturità.

L’uomo-derby Rooney
upp1/copyright flickr.com

Trio in crisi– Prima sconfitta dell’era Redknapp per il Tottenham. L’Everton passa al White Hart Lane per merito di Steve Pienaar. Bella vittoria anche per il Portsmouth contro un Blackburn sempre più in crisi (nono turno senza vittorie). Succede di tutto a Fratton Park: i Pompeys si portano sul 2-0 ad inizio ripresa con la super coppia DefoeCrouch, ma i Rovers replicano poco dopo con Derbyshire e Tugay. E’ Davis al 76′ a regalare i tre punti ai locali e relegare gli ospiti al penultimo posto. Non sta molto meglio il Sunderland travolto a domicilio dal Bolton (1-4). Continua dunque il buon momento dei Wanderers. Ma la situazione più critica è quella del West Bromwich; il fanalino di coda non riesce a gestire il vantaggio sul campo del Wigan e incassa il quarto ko di fila. Secondo successo consecutivo per i Latics che escono dalla zona calda. Finiscono in parità gli altri match. 1-1 nel duello tra le neopromosse Stoke e Hull, reti bianche tra Aston Villa e Fulham (occasione persa per i Villans per salire nei quartieri alti) e in Middlesbrough-Newcastle.