17/12/2017

Tre in vetta, Sassuolo ed Empoli approfittano della debacle del Grosseto

novembre 30, 2008 di  
Inserito in Serie B

Ecco il quadro completo delle gare del 16° turno di serie B.

Bjelanovic e Vicenza super
sky0000/copyright flickr.com

Vicenza-Grosseto 5-0. Non sorprende la vittoria del Vicenza, ma fa clamore il risultato ed il modo in cui la capolista ha sventolato bandiera bianca, con quattro reti in 21′. Apre le marcature l’ottimo Sgrigna, mentre la seconda rete è di Bjelanovic, su servizio proprio del centrocampista biancorosso. Raimondi firma il 3-0, poi Bernardini chiude il discorso tre punti, con una rete da 25 metri, con Acerbis fortemente colpevole. Il Grosseto si stropiccia gli occhi incredulo, ma non fa nulla per reagire e così ad inizio ripresa, ancora Bjelanovic punisce ulteriormente i veneti. Una gara storta ci sta per tutte le squadre, ma questo Grosseto deve riflettere su questo crollo verticale in un tempo così breve. Il Vicenza invece torna a sorridere dopo tre sconfitte consecutive.

Empoli-Piacenza 3-2. Lodi & Co. approfittano del crollo del Grosseto e lo raggiungono in testa alla classifica, ma soffrono non poco contro il Piacenza, che domina la prima parte di gara e passa in vantaggio con la rete di Aspas. A questo punto Lodi prende per mano i suoi: prima serve su punizione Corvia che trova il pari, poi firma il 2-1 direttamente su punizione. Il mancino di casa Empoli propizia anche la terza rete, inducendo Rickler a deviare il pallone nella propria porta. Bianchi allo scadere accorcia nuovamente, poco dopo il suo ingresso in campo, ma il Piacenza esce comunque sconfitto, anche se a testa alta.

Ascoli-Sassuolo 1-1. Doveva essere un turno agevole per i nero-verdi, ed invece il Sassuolo soffre ad Ascoli e si trova in svantaggio grazie alla rete di Di Donato. Rea viene trattenuto in area di rigore e l’arbitro concede il penalty che Emiliano Salvetti trasforma, tra le proteste dei marchigiani. Gli ospiti trovano comunque la vetta della classifica in coabitazione con Empoli e Grosseto.

Avellino-Rimini 0-2. Docente e Ricchiuti interrompono la striscia positiva dei Lupi, che durava da otto turni. I biancorossi trovano così un momento di tregua, ma la classifica ancora non fa stare tranquillo Selighini.

Pisa-Frosinone 3-1. Si sveglia il Pisa, che batte il Frosinone e lo supera in classifica. Vantaggio toscano con Joelson e pareggio di Diogo Tavares in mischia. Prima dell’intervallo, in pieno recupero, Degano fa partire un missile dalla distanza che porta i padroni di casa sul 2-1. Greco nella ripresa serve il tris che chiude la partita.

Bari-Albinoleffe 1-2. Risale la china l’Albinoleffe e ha la meglio contro il Bari, che perde l’opportunità di trovarsi nel gruppo in vetta della classifica. Gli ospiti passano in vantaggio con Gervasoni che di testa batte Gillet, poi raddoppiano con l’assist di Ruopolo per Renzetti. A nulla serve il talento di Caputo per il Bari, se non ad accorciare solamente le distanze nella ripresa.

L’Airone vola in alto

Mantova-Brescia 0-2. Il derby lombardo va alla squadra di Sonetti, che torna così in corsa playoff. Un super Caracciolo, autore di una doppietta, da il secondo dispiacere consecutivo a Costacurta, che dovrà ancora lavorare parecchio per spegnere la sete di ambizione del Mantova e del suo presidente Lori.

Modena-Livorno 0-0. Poco gioco, dovuto anche ad un campo ai limiti della praticabilità. Per il Livorno, undicesimo pareggio in campionato.

Cittadella-Ancona 0-0. Tre punti persi per i veneti, che giocano meglio rispetto ad un Ancona che limita a difendersi. La traversa di Tedoldi è il brivido più interessante di questa gara.