22/10/2017

Roma corsara a Cluj. Qualificazione vicina

novembre 26, 2008 di  
Inserito in Champions League, Roma

Gran doppietta per Brighi
cannago/copyright flickr.com

CLUJ– Signori e signore, la Roma è ufficialmente tornata. I giallorossi confermano l’ottimo stato di forma mostrato in campionato uscendo vittoriosi dal gelo di Cluj. Il terzo successo in Champions League vale il primo posto nel girone ma non la matematica qualificazione; ai giallorossi, però, basterà un pari all’ultima giornata contro il Bordeaux per accedere agli ottavi, impresa che pareva maledettamente complicata dopo la falsa partenza.

Doppio vantaggio e brividi– Il cambio di gioco e modulo è confermato. Con Vucinic febbricitante in panchina, spazio al rombo con Perrotta rifinitore di Totti e Baptista. Ma l’uomo chiave è ancora una volta Brighi: dopo il centro in campionato, l’ex riminese graffia per la prima volta in Europa. E’ l’11’, e dopo un avvio stentato la Roma si è già scaldata nel gelo romeno (il termometro segna -4). Il Cluj non è più quello dell’andata, ma deve cercare ad ogni costo la vittoria per restare in corsa: al 19′ Trica manda di poco a lato da ottima posizione. La formazione di Spalletti, però, è più cinica che mai e colpisce ancora. E’ capitan Totti, con una punizione delle sue, a incenerire Stancioiu. 12° centro europeo per il numero 10. Colto il raddoppio fatalmente la concentrazione cala. I romeni sono bravi ad approfittarne con Konè al 30′, il più lesto di tutti sulla corta respinta di Doni dopo la conclusione di Pereira. L’ivoriano potrebbe concedere il bis nel finale di frazione e ad inizio ripresa, ma in entrambi i casi si divora il pari a due passi dall’estremo giallorosso. Errori fatali.

Ancora Brighi– Passata la paura, la Roma riprende il controllo del match. La squadra di Trombetta fatica ora a costruire, i giallorossi aspettano l’occasione giusta per colpire. Ed infatti arriva puntuale il gol della sicurezza. Bellissima l’azione avvolgente che si conclude con lo stop di sinistro e destro incrociato di Brighi. Il centrocampista corona dunque una grande prestazione con la doppietta. 3-1, vittoria in ghiaccio. Da lì in poi è accademia, la Roma raddrizza definitivamente la sua situazione in Europa. Il verdetto finale, però, è rinviato alla sfida col Bordeaux: un punto significherà ottavi, tre addirittura primato assicurato.