21/08/2017

Ligue 1:PSG ammazzagrandi, Nizza secondo

novembre 25, 2008 di  
Inserito in Ligue 1 francese

Giuly piega il Lione
copyright flickr.com

PARIGI- Il Paris S.G. si conferma la bestia nera delle grandi annunciate. Dopo il Bordeaux e l’Olympique Marsiglia cade anche il Lione nella 15′ giornata di Ligue 1. I parigini, alla quarta vittoria di fila, tornano così prepotentemente in zona Champions. Decisivo il gol dell’ex romanista Giuly di testa. Male l’OM, che non va oltre il pareggio con il Lille; pareggia anche il Bordeaux con il solito Rennes, ne approfitta il Nizza. Les Anglais vincono a Saint Etienne e si godono il secondo posto in classifica a 5 punti dal Lione battistrada.

OM dove sei?-Velodrome stregato per l’Olympique. Nelle ultime due partite casalinghe i marsigliesi racimolano un solo punto, e in rimonta contro il Lille. Nordisti in vantaggio infatti 2-0 all’intervallo con Rami e Bastos. La scossa arriva solo nella ripresa grazie a Samassa e a Zenden che pareggia a tempo scaduto. Pareggio interno anche per il Bordeaux contro un Rennes in formissima: i bretoni, al tredicesimo risultato utile di fila, passano in vantaggio con Thomert al 20′, pareggio di Gourcuff nella ripresa. Chi ne approfitta, come detto, è il Nizza, che esce con i 3 punti dal Geoffroy-Guichard grazie ad Echouafni. Secondo posto in solitaria, chi l’avrebbe mai detto? Intanto i verts, grazie al 2-2 tra Valenciennes e Sochaux si ritrova ultima in compagnia… Mal comune mezzo gaudio, verrebbe amaramente da dire. Completa la giornata grigia delle grandi il Tolosa, sconfitto a Lorient 1-0 (Gameiro).

Monaco alla riscossa- I monegaschi tornano al successo e lo fanno con un secco 3-0 al Le Mans. Tutto in 5 minuti all’inizio della ripresa: apre Alonso, chiude Licata, nel mezzo Paulo André fa un’autogol. Il match è tutto lì… Il Caen vince in casa 1-0 contro l’Auxerre, classifica che cambia poco per entrambe, impantanate a centro gruppo. Raggiunge la metà classifica, invece, il Nancy vincendo 1-0 a Nantes, che al contrario resta nella zona a rischio, con le tre ultime e il Le Havre, che ha impattato a Grenoble.