23/10/2017

Juve, pari a reti bianche in Russia. Primo posto nel girone ad un passo

novembre 25, 2008 di  
Inserito in Champions League, Juventus

Ranieri vicino al primo posto
megadeth 87rules/copyright flickr.com

SAN PIETROBURGO– Obiettivo primo posto rinviato. Una Juve già qualificata agli ottavi di Champions League torna dalla trasferta nel gelo russo con un punto che la avvicina ma non le consegna il primato matematico nel girone. Nell’ultima giornata contro il Bate, però, basterà un punticino per assicurarselo. Prova comunque convincente dei bianconeri che sembrano aver assorbito bene la sconfitta di campionato contro l’Inter.

Doppio palo– Che Ranieri voglia chiudere il discorso primo posto a San Pietroburgo è chiaro dallo schieramento messo in campo: solo Amauri e Legrottaglie riposano per lasciare spazio a Mellberg e Iaquinta; 8/11 della formazione anti-Inter viene riproposta. Camoranesi torna dal 1′, titolari pure Del Piero e Nedved. E la Juve sembra all’inizio in grado di schiacciare un avversario costretto a vincere dalla classifica -allo Zenit servono due vittorie per sperare- ma fuori condizione poichè il campionato nazionale è già terminato. I bianconeri sono pericolosissimi in più di un’occasione. Mellberg scheggia il palo con un’inzuccata su cross di Camoranesi, Iaquinta fa bis su assist di Molinaro. La terza chanche è per Del Piero, Malafeev si salva in corner. Lo Zenit si vede solo nel finale con una punizione di Tymoschuk e un gol annullato a Pogrebnyak.

Lo Zenit ci prova– La formazione di Ranieri si muove bene anche nella ripresa. E’ ancora il capitano bianconero ad avere l’occasione più ghiotta, ma sbaglia clamorosamente a tu per tu con il portiere. Lo 0-0 non si sblocca, i russi capiscono che bisogna cambiare marcia per tornare in corsa per gli ottavi. La crescita è inesorabile e si trasforma presto in assedio. Danny mette i brividi a Manninger due volte, sulla terza è Marchisio a metterci una pezza in ripiegamento. Nel finale anche i russi centrano un legno con Pogrebnyak, ma finisce così. Lo Zenit è fuori e si giocherà il terzo posto valido per la Uefa con i bielorussi; la Juve  è invece ad un passo dal primo posto.