17/12/2017

La Spal vola in vetta. Frena il Crotone, prova di forza del Benevento

novembre 24, 2008 di  
Inserito in Lega Pro

Rieccoci con il riepilogo di quanto successo nella 13° giornata della Prima divisione Lega Pro.

Spal in testa

GIRONE A– Fallito nello scontro diretto, riuscito sette giorni dopo. La Spal corona la strepitosa serie di 11 risultati utili consecutivi (un solo ko alla 2° giornata a Verona) con il secco 3-0 a Legnano e soprattutto l’aggancio alla vetta. I ferraresi, sospinti da bomber Arma (doppietta che lo porta a quota 7 sigilli) e Bracaletti, fanno di un sol boccone i lombardi e confermano la loro forza dopo le belle prove con le big Padova e Pro Patria. La giornata di grazia della Spal è confermata da quanto succede sugli altri campi: i bustocchi frenano con l’Hellas (0-0), idem la Reggiana a Crema, cadono invece Cremonese e Padova contro le rinate Ravenna (3-1 maturato nel finale dopo 5 turni di buio assoluto) e Monza (1-0, 7° centro per il capocannoniere Torri). L’unica a sorridere delle concorrenti è il Novara, riemerso alla grande dopo una mini crisi di tre domeniche grazie al 3-1 in rimonta sul Portogruaro. Lombardi ad un punto dal duo di testa. Insomma, in tanta discontinuità, impressiona il cammino degli emiliani.
Doppio Momentè firma la resurrezione di un Venezia in piena burrasca confermando i limiti da trasferta del Cesena. Bel colpo della Samb a Lecco che si tira fuori dalle zone calde. Chiude la vittoria in zona Cesarini, fondamentale in chiave salvezza, della Pro Sesto a spese del Lumezzane.

Colpo grosso del Benevento

GIRONE B– La copertina di giornata è tutta per il Benevento. I campani (che non perdono da 8 turni) travolgono nel big match il Gallipoli e salgono al terzo posto, a tre sole lunghezze dalla capolista. Grande protagonista Clemente, autore di una doppietta, chiude nella ripresa il tris di Statella. Per il resto le ‘streghe’ si godono la sagra dell’X. Ad iniziare dal leader Crotone che fallisce l’appuntamento con la settima vittoria su sette allo Scida. Il Sorrento è infatti la prima compagine ad uscire indenne dal catino calabrese: a Ripa risponde Rossi. Pari anche nel super derby pugliese tra Taranto e Foggia. Gli jonici sognano due volte il colpaccio con Dionigi, ma vengono raggiunti altrettante volte da Germinale, l’ultima al 95′, nonostante la superiorità numerica. ll pari, comunque, è sostanzialmente giusto. L’1-1 della Cavese con la Pistoiese è invece una vera e propria occasione persa per i campani.
Sale il Pescara che scongiura lo sciopero e rifila un bel tris alla Juve Stabia (doppietta Zeytulaev); la zona play-off è a portata di mano, problemi societari permettendo. Torna alla vittoria dopo immemore tempo (14 settembre scorso) la Ternana: Perna piega la Paganese. Ok anche il Lanciano che inguaia il Foligno, ora penultimo, 0-0 tra Marcianise e Potenza. I lucani non si schiodano dunque dall’ultima piazza.